Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Topics - Balena

Pagine: [1] 2 3 ... 7
1
ecco la storica nevicata con i racconti autentici del Panterone e Lorenzone dell'immensa nevicata del 3/4 marzo 1984

ecco le termiche :

Questa è alle ore 06 ( prima alle 18)

ecco le ore 18


2
Sono nuovamente a descrivere una stagione invernale al di sotto delle aspettative per il nostro amato Abetone , purtroppo in linea con gli ultimi inverni dopo il 2013 ( tolto il grande inverno 2017-2018 ) .

Il report non sarà molto lungo , purtroppo non c’è molto da raccontare ☹ .

I Dati parlano chiaro : 237 cm. caduti da ottobre a maggio sono davvero pochi ( media degli ultimi 50 anni 405 cm. )  considerando l’eccezionale nevicata di maggio ( 38 cm. ) e la prima neve di ottobre ( 5 cm. ) che  non sono servite per l’economia della stazione .

Vediamo mese per mese cosa è successo , non vi sono stati record eclatanti , anche se il 2018/19 verrà comunque ricordato per un fatto eccezionale per le nostre latitudini che dati alla mano è capitato solo altre 2 volte ( 2003/2004 – 2012-2013 )  negli ultimi 50 anni : la neve caduta ogni mese da ottobre a maggio inclusi . 


NOVEMBRE

Il novembre 2018 non ha avuto niente a che vedere con il favoloso 2017 . La stazione è stata chiusa per mancanza di neve , un mese senza grandi precipitazioni ( 5 gg. di pioggia  , 1 giorno di neve con accumulo ) .

C’è stata una fase decisamente  fredda tra il 18 e il 20 novembre ( 3 gg. di ghiaccio )  e una successiva non come la precedente tra il 27 e il 30 . in questi 2 momenti sono stati accesi i generatori per la neve in VdL ma la prima fase è stata vanificata da 2 gg. di pioggia battente ( quasi 200 mm di pioggia ) tra il 23 e il 24 del mese .

•   Media minime 2017 0,34°  - Media minime 2018 2,75°
•   Media massime 2017 4,67°  - Media massime  2018 6,02°
•   giorni neve 2017 = 7  – giorni neve 2018 = 1
•   accumulo nevoso 2017 = 109 cm.   - accumulo nevoso 2018 = 5 cm.
•   giorni di ghiaccio 2017   = 2   - giorni di ghiaccio 2018 = 3
•   giorni di gelo 2017 = 16 -  giorni di gelo 2018 = 8





DICEMBRE

Dicembre è stato un mese veramente sottotono , 2 decadi molto miti ( 1° e 3° ) e seconda decade fredda e nevosa con i 38 cm. di neve del mese caduti tutti tra il 13 e il 19 .

Paradossalmente se non avesse piovuto e sciroccato abbondantemente il 22 dicembre le feste di Natale sarebbero state comunque salve :

Gli impiantisti erano riusciti , grazie alle temperature molto fredde ( discreta ondata di freddo siberiano con punte di -7° di notte e 5 gg. consecutivi di ghiaccio con punte sulle massime fino a -4.2° il giorno 15 appunto in seconda decade  ) a sparare per 5 gg. consecutivamente .

 Le vacanze di Natale sono  state purtroppo pessime dal punto di vista nivometrico , giorni e giorni di sole ( almeno questo ) ma zone sciistiche scollegate fra loro . Temperature miti , senza possibilità di sparare .

Media temp. Minime -0,74°  / massime 3,86°

Anno precedente

Media temp. Minime -2,88°  / massime 1,61°


GENNAIO

a differenza di altre annate , anche della scorsa , dove fu mite e quasi con assenza di precipitazioni ,gennaio 2019 è stato il mese che ha tenuto in vita la stagione invernale 2018/19 , ha regalato qualche giorno ( dopo il 15 del mese ) di vero inverno e di scorci invernali degni della nostra stazione :

il momento sciisticamente migliore della stagione infatti è stata tra il fine mese e inizio di febbraio quando le piste  ad essere ancora chiuse e mai aperte fino a quel momento ( dati al 26 gennaio ) erano    la Zeno 1 la Adelboden , il Roccione e la Pulicchio .

 La Terza decade di gennaio è stata la più fredda dell’inverno con 7 gg. di ghiaccio consecutivi tra il 19 e il 25 gennaio con la giornata più fredda dell’inverno il 25 gennaio . ( max -4.2° stazione di Boscolungo )

Media temp. Minime -3,75°  / massime 0,87°

Anno precedente

Media temp. Minime -0,16°  / massime 3,89°


Purtroppo il proseguo stagionale non è stato come tutti lo speravamo : di solito febbraio e marzo sono sempre stati i mesi migliori per l’Abetone invece sono stati tra i peggiori di sempre della storia nivometrica abetonese con giornate piuttosto miti per la stagione , spesso assolate .

FEBBRAIO

mese piuttosto mite , salvato in quota da una circolazione insistente dai quadranti settentrionali che almeno hanno mantenuto le minime piuttosto basse in un contesto di temperature massime molto miti per la stagione . da sottolineare l’apertura della Pista Foresto il 2 febbraio , della Zeno 1 il 12 e del Roccione il 22 .

Caduti nel mese 22 cm.
Media temp. Minime -0,53°  / massime 5,82°

Anno precedente , un febbraio storico .

Media temp. Minime -6,03°  / massime -1,33°

http://www.abetoneforum.it/forum/problematiche-climatiche/analisi-mese-di-febbraio-2018/

 

MARZO

Marzo  è stato estremamente mite , la prima decade  ha visto la Chiusura definitiva della Chierroni e del relativo impianto il giorno 4 di marzo . si sono avute due fasi miti e 2 fasi più fresche in seconda e terza decade ; le due fasi più fresche hanno portato due leggere spolverate portando nel complesso 17 cm. caduti in tutto il mese .
Come anticipato uno dei peggiori marzo di sempre .


Media temp. Minime 0,27°  / massime 7,26°

Anno precedente

Media temp. Minime -1,75°  / massime 3,50°


APRILE

Aprile ha sancito la chiusura del Pulicchio già il giorno 2 e la riduzione degli orari di apertura con la chiusura degli impianti alle ore 14 . Dalla seconda decade è rimasta aperta durante la settimana la sola ovovia con orario 8-14 ; le temperature sono rimaste nel complesso piuttosto fresche . A metà mese una discreta nevicata di 16 cm. al passo e 30/35 cm. in alto ha permesso di mantenere la stazione aperta fino al 25 aprile ( la zona Slittovia era però già chiusa dal 7 aprile , la zona ovovia è stata chiusa il 22 ) . A stazione già chiusa c’è stata una nevicata il giorno 29 aprile con 4 cm.
 
Media temp. Minime 2,08°  / massime 8,78°

Anno precedente

Media temp. Minime 3,88°  / massime 12,28°

 
Ecco i dati riassuntivi  ( periodo analisi 1° novembre - 30 aprile  ( + ottobre e maggio ):
 
 
° nel complesso sono caduti  194 cm.   ( 237 cm. con maggio e ottobre ) 
° Nel 2019 , per adesso, precipitati  194 cm.   
° Giorni neve 2019 , al momento , 15 giorni ( ANNO SOLARE ) .   
° Giorni neve stagione 2018/19 21 giorni.   
° Giorni pioggia stagione 2018/19 14 giorni.   
° giorni con temperature minime sotto lo zero , 91 . 
° giorni con temperature minime sopra lo zero , 94. 
° giorni con temperature massima sotto lo zero , 24  ( giorni di ghiaccio )
° temperatura minima  più fredda -7,70° , 31 gennaio  
° temperatura max  più fredda -4,3° , 24 gennaio 
° serie più lunga giorni di gelo , 15 ( dal  2 gennaio al 17 gennaio compresi )
° serie più lunga giorni di ghiaccio , 7 ( dal  19 gennaio al 25 gennaio compresi )
° Giorni di neve a terra consecutivi ( rilevamento di Ponte alle Lime ) 75 gg.  dal 18 gennaio all' 2  aprile         
° giornata più nevosa : 5  maggio  38  cm. precipitati .
° maggiore serie di giorni nevosi consecutivi  5 , dal 27 al 31 gennaio   
° maggiore serie di giorni di pioggia consecutivi , 3   ( 23-25 novembre  )
° maggiore serie di giorni senza precipitazione 25 ,dal   23 dicembre al 16 gennaio .
° maggiore quota neve raggiunta a terra a Ponte alle Lime : 67 cm. 4 febbraio . 
° giorno più caldo della stagione , 24 marzo , 15,20°   
° minima  più calda della stagione ,  3 novembre   , 7,8° 
 
Rilevamento dati Analisi STAZIONE Meteo  MONTE GOMITO :

 purtroppo la stazione sul Monte Gomito è stata per molto tempo inattiva . per questo motivo non ho potuto fare le rilevazioni .

Record Negativi :

•   non è stata mai montata la palina di rilevazione sul monte Gomito a quota 1699 mt. Sintomo di una scarsissima quantità di neve caduta in quota .
•   la Pista Adelboden non è mai stata aperta . NON lo ricordo a distanza di anni . ( probabilmente record negativo degli ultimi 20/25 anni




 caduta neve per mese :
 
•   ottobre 5 cm.
•   novembre 5 cm.
•   dicembre 38 cm.
•   gennaio  94 cm.
•   febbraio  22 cm.  ( peggiore dal 2000 )
•   marzo 17 cm.  ( peggiore dal 2001 , il 4° peggiore degli ultimi 50 anni  )
•   aprile 23 cm.  in linea con gli ultimi 20 anni
•   maggio 38 cm.   non abbiamo dati , ma probabilmente il dato più elevato dal 1957

su maggio consultare anche :
 
http://www.abetoneforum.it/forum/bollettino-neve/nevicata-storica-del-5-6-maggio-2019/msg226555/?topicseen#new

 
Segue analisi e grafica   

3
Bollettino Neve / Nevicata storica del 5 / 6 maggio 2019
« il: Maggio 06, 2019, 04:45:36 pm »
La nevicata di domenica 5 maggio 2019 ( proseguita poi anche nella notte tra il 5 e il 6 ) entra di diritto nella storia nivometrica per il nostro Abetone ! nella storia recente ( ultimi 60/70 anni ) si ricorda il maggio 1957 , il 6 maggio 1963 ( purtroppo non ho dati in cm. della caduta neve al passo per questi 2 eventi ) Poi si salta addirittura al maggio 1991 con 32 cm. , ( un inverno altrettanto storico con l'ondata di gelo del febbraio e eventi nevosi in aprile e appunto in maggio ) . abbiamo quindi il maggio 2004 in prima decade con 26 cm. , l'incredibile maggio 2013 addirittura in terza decade con 10 cm. L'evento di ieri è straordinario sia per le termiche di tutto rispetto sia per la grande quantità di neve caduta in pochissime ore ! le misurazioni fatte in vari punti ( zona Pescinone 37 cm. ore 17 , zona Municipio 34 cm. ore 17 , Uccelliera zona antenne ore 18 34 cm. descrivono un evento eccezionale considerando il terreno già caldo senza più neve al suolo dopo un inverno ahinoi molto misero . la misurazione in quota alla Selletta alle 15 erano di 42 cm. !


seguiranno foto  :)

4
Abetone / Il Mì Abetone
« il: Aprile 05, 2019, 11:24:49 pm »
Scrivo per mettere a conoscenza tutti i lettori di questo forum che da tempo avevo in mente di fare una pagina che riguardasse l'Abetone per raccogliere con foto, documenti e testimonianze tutti questi anni di pagine scritte qui .

Ho contattato Kalin per coinvolgerlo in questa idea e sono felice che abbia accettato  :)
Anche Michele ( MichelePilot ) sta dando il suo grande contributo .

io vorrei curare la parte storica riguardante la meteo / neve con ricostruzioni e foto dei miei ultimi 20 anni al Passo  ;)

chi volesse può iscriversi al Gruppo Facebook "il Mì Abetone " o seguire l'utenza Instagram .

abbiamo cominciato da Poco, il lavoro è tanto ( e il tempo è poco  :(  )  ma siamo entusiasti !   :) :)

chiudo ricordando le parole di Zeno : "Io ho vinto e sono contento per il mi' Abetone"


5
Bollettino Neve / Gennaio in Abetone - dati storici
« il: Marzo 22, 2019, 05:19:47 pm »
Proseguo con il lavoro dell’analisi per mese nella storia di Abetone .
Eccoci a Gennaio , il mese per eccellenza dell’inverno .


Parto con i record per gennaio riguardo alle temperature registrate in Boscolungo dal 1923 al 1997 e dal 2016 ad oggi ( purtroppo la stazione di Boscolungo non ha funzionato dal 1997 al 2016 ) . Nel periodo 1997 – 2016 come ondate di gelo ricordo il gennaio 2003  , recentemente il gennaio 2017 .

Penso che nella memoria dei più il gennaio per eccellenza è quello del 1985

Per la Toscana insieme al 1929 e al 1956  ( e in parte un po’ tutti gli anni d’oro dal 40’ al 70’ ) sono nella memoria di tutti !

In questa prima slide riporto le minime storiche alla stazione di Boscolungo . il 1985 fu veramente un’ondata di gelo storica !





interessante anche questa slide sulle massime più basse della storia , 1985 sempre protagonista .




in questa terza slide i peggiori Gennaio dal punto di vista precipitativo in giallo il nuovo millennio :




qui sotto i migliori , il gennaio 1985  credo resterà per sempre nella storia . recentemente ricordo con commozione il gennaio 2013 . qualcosa di straordinario .  :)




qui sotto un link al forum Toscano di Meteodue sul gennaio 1985


http://meteodue.it/index.php?topic=6251.0

6
Vivere l'Abetone / Celina Seghi
« il: Marzo 06, 2019, 01:52:20 pm »


Tanti cari auguri alla mitica Celina Seghi per il suo grande traguardo: 99 primavere!!! La “Signora della nevi” nacque ad Abetone sotto una fitta nevicata il 6 marzo 1920, tant'è che fu registrata ufficialmente solo due giorni dopo. Celina sorride di questo singolare aneddoto e ama ricordare che viene festeggiata con due compleanni. La leggenda narra che in tenerissima età si trovò ai piedi due pezzi di legno ma anche la stessa non ne seppe mai la provenienza. La sua carriera agonistica fu condizionata dagli eventi bellici ma non solo, per emergere dovette combattere contro il maschilismo del periodo fascista che vedeva la donna votata al concepimento e alla famiglia. Nonostante ciò con il nomignolo di “Diavoletto Rosso” conquistò ben 25 titoli assoluti italiani nelle varie discipline dello sci alpino. Le sue partecipazioni alle grandi competizioni internazionali, a causa dei motivi citati e di un dopoguerra non facile, furono poche e non molto fortunate. Oltre alla conquista del prestigioso "K" di diamanti dell’Arlberg-Kandahar si ricorda infatti che ai Mondiali di Cortina del 1941, successivamente annullati dalla FIS, vinse la medaglia d’oro nello slalom speciale e quella d’argento nella combinata. Nel 1950 ai Mondiali di Aspen conquistò una medaglia di bronzo nello slalom e sfiorò il podio alle Olimpici invernali di St. Moritz e Oslo. Ancora tanti auguri Celina!!!


da Facebook 

7
Bollettino Neve / Novembre in Abetone - dati storici
« il: Marzo 04, 2019, 05:03:42 pm »
Avevo cominciato a fare un lavoro sui mesi “invernali” in Abetone partendo con Dicembre , poi ci ho ripensato e mi sembra corretto analizzare anche i mesi autunnali ( e poi anche primaverili ) visto che negli ultimi 20 anni sono stati tanti i mesi di novembre con neve al suolo e aperture anticipate  .

Per quanto mi riguarda posso riportarvi le pre-aperture novembrine “certe”   degli ultimi venti anni , anche se pur non avendo frequentato molto ( una settimana bianca neppure  tutti gli anni a partire da 1986 ) Abetone prima del 1998,  dal 1988 al 1998 non credo ve ne siano state molte.

La storia recente ci dice che le aperture sono state :

•   1999 apertura campini e skilift ovo ( non ho data precisa in 3° decade )
•   2005 apertura quasi totale ( non ho data precisa in 3° decade )
•   2008 apertura il 22 novembre
•   2013 apertura il 23 novembre
•   2015 apertura il 28 novembre ( ovovia , comunque impianti scollegati )
•   2017 (apertura totale e record in italia per quell’anno , prima stazione completamente aperta , 18 novembre)

Parto con i record per novembre riguardo alle temperature registrate in Boscolungo dal 1923 al 1997 e dal 2016 ad oggi ( purtroppo la stazione di Boscolungo non ha funzionato dal 1997 al 2016 ) .

Le grandi ondate di gelo in novembre :

1953-1954-1966-1971-1972-1973-1975-1976-1977-1981-1983-1988-1993.

In assoluto direi : 1972-1971-1975

ecco la serie di giornate con temperature più basse :



riguardo alla caduta neve per novembre :

i più nevosi :



i peggiori :



8
Bollettino Neve / Dicembre in Abetone - dati storici
« il: Gennaio 09, 2019, 02:42:15 pm »
Premetto che vorrei farlo per tutti i mesi invernali .  :)
è un lavorone , se apprezzato cercherò di portarlo avanti piano piano .
buona lettura  ;)

Vista la situazione degli ultimi dicembre viene sempre da chiedersi come era nel passato più o meno recente  il primo vero mese dell'Inverno .
Dicembre per l'economia della Montagna è fondamentale : vi sono i ponti dell'Immacolata e le festività Natalizie .

Parto con i record per dicembre riguardo alle temperature registrate in Boscolungo dal 1923 al 1997 e dal 2016 ad oggi ( purtroppo la stazione di Boscolungo non ha funzionato dal 1997 al 2016 ) . Nel periodo 1997 – 2016 come ondate di gelo ricordo il dicembre 1998 ( in prima decade veramente molto freddo ) il 2001 il 2005 il 2009 e 2010 e fine dicembre 2014 . ( queste ultime dal 2009 al 2014 non particolarmente lunghe ) .




Altri dati su dicembre , con , record caduta neve ( minore )



e record precipitativi :



Infine un resoconto  di dicembre 2018
si evince un mese nella prima parte mite ( fase “zonale” tipica mediterranea con correnti disposte da O verso E ) , una seconda decade più fredda e in parte nevosa con l’unica avvezione fredda del mese e la terza decade ( dove si aveva grandi attese meteo ) purtroppo con un paio di gg. pienamente sciroccali che hanno portato via quella poca neve naturale che vi era . il mese si è chiuso piuttosto mite per la stagione e sereno .



a completamento :

https://www.abetoneforum.it/forum/bollettino-neve/festivita-natalizie-24-dicembre-6-gennaio-neve-e-note-climatiche/

https://www.abetoneforum.it/forum/bollettino-neve/precipitazione-nevosa-passo-dell'abetone/

https://www.abetoneforum.it/forum/bollettino-neve/ponte-dell'immacolata-con-neve/

9
Dopo 3 anni veramente difficili con l’inverno scorso risultato il peggiore della storia recente  ( almeno ultimi 50 anni ) finalmente la stagione fredda trascorsa è stata ricca di precipitazioni nevose , giornate di vero inverno , tanti record battuti . A volte le nevicate sulla foglia ( pensiamo alle nevicate precocissime in settembre sull’arco Alpino ) sono viste come di cattivo auspicio per un inverno nevoso .

NOVEMBRE

Quando il 6 Novembre ha cominciato a sfiocchettare   sinceramente non credevo che quella neve caduta l’avremo trovata ancora a terra in aprile !! ( ecco un primo record !! ) ; si perché il 6 novembre 2017 sono caduti 3 cm.  , addirittura 27 il 7  con meteomont che ha cominciato  la rilevazione con oltre un mese in anticipo ;   Il 13 novembre  addirittura  46 cm. (   sottolineo è stata la giornata con maggiore accumulo di tutta la stagione . Forse in novembre una delle giornate più nevose , probabilmente entra tra le prime 10 per accumulo in un solo giorno per novembre – ricordo tra i miei dati - a sottolineare come i novembre del nuovo secolo siano stati molto nevosi,  i 55 cm. caduti il 21 novembre  2013 - anche per quella stagione il giorno più nevoso ) .
Mi voglio ancora soffermare su novembre perché è stato discretamente freddo , niente a che vedere con i mesi di novembre degli anni precedenti !
Addirittura 2 gg. Di ghiaccio il 14 e il 27 e ben 16 ( sedici !! ) gg di gelo con una -6,2° al passo il 30 del mese . sempre il 27 novembre si registrano -9,4° sul Monte Gomito . 
Gli unici giorni più miti con tempo “mangianeve” sono stati dal 22 a 25 novembre .
Altri 3 gg. Nevosi su fine mese , apertura straordinaria di quasi tutta la stazione il 18 novembre con chiusura solamente della Chierroni ( aprirà il 24 dicembre dopo 2 anni di fermo ) dello skilift del Gomito ( chiuso da 2 anni – lo rimarrà tristemente anche per tutta la stagione  ) e delle 3 Potenze per le ultime rifiniture  .

L’Apertura di tutto il comprensorio il 18 di novembre credo sarà una data ricordata per anni ; ci sono state tante aperture negli ultimi anni in autunno ma non complete e mai così in anticipo .
Ricordo il 1999, il 2005 il 2008 il 2013 il 2015 ma non con apertura totale !
Novembre si chiude con 109 cm. caduti,  7 gg. Di nevicate  e vi annuncio con estrema commozione che entra nella storia dei novembre più nevosi :

•   Novembre  1969 210 cm.
•   Novembre  2008 120 cm.
•   Novembre  2018 109 cm.
•   Novembre  1999 105 cm.
•   Novembre  2005 100 cm.
•   Novembre  2013  99 cm.

Quello che si nota è come la stagione fredda nel nuovo secolo si sia anticipata con mesi di novembre molto nevosi . ( strisce simili si ebbero tra il 1976 e il 1981 con accumuli minori )

DICEMBRE

Dopo un mese di novembre scintillante dicembre si è aperto discretamente ma proprio in prossimità del Ponte dell’Immacolata il tempo è voltato al peggio con il giorno 8 passato sotto la pioggia con neve bagnata e  marcia solo in  Val di Luce . Il giorno 10 c’è stata una nevicatina di 15 cm.  seguita da 2 giorni sciroccali ( 11 e 12 dicembre ) e nuovamente neve intorno al 16 .  il fine settimana del 17 era tutto nuovamente aperto e la settimana successiva è stata forse una delle più belle dell’intera stagione invernale con 8 gg. Consecutivi di sole e freddo ( 5 gg. Consecutivi di ghiaccio ) con cannoni accesi per 4 gg. Consecutivi e impianti tutti aperti ( tranne Chierroni e Gomito per le note vicende ) .
Le vacanze di Natale sono state le migliori da quelle storiche del 2008/09 con una bellissima nevicata tra il 26 e il 27 dicembre di 39 cm. che ci ha regalato delle giornate di sci spettacolari proprio nel momento clou della stagione ! tutte le piste aperte comprese Adelboden , Chierroni  ( aperta la Vigilia di Natale ) , Foresto !
Dicembre si è chiuso con 100 cm.  tondi ( 10° posto all time per dicembre ) , 7 gg. Di nevicate , 22 gg. Di gelo ,  ( minima -6,9° il 19 dicembre ) e addirittura 10 gg. Di ghiaccio ! . ( ricordo sempre con terrore e sgomento  il dicembre 2015 con 1 gg. Di gelo e nessun ( ovviamente ) giorno di “ghiaccio” , con  0 cm. caduti , il dicembre + mite e arido della storia metereologica ) .

GENNAIO

 è stato purtroppo il mese ( insieme ad aprile ) che non fa entrare questo inverno nella super top degli inverni da ricordare :  mite , arido di precipitazioni ( solo 23 cm. )    17 gg. di gelo ma temperature non da gennaio con un solo giorni di ghiaccio il 13 . Uno dei mesi di Gennaio più anonimi e miti della storia metereologica . Tante giornate di sole ma l’alternanza di giornate calde a giornate più fresce ha fatto si che per alcuni giorni le piste fossero ghiacciate e pericolosissimo avventurarsi fuori dai tracciati battuti . NOTA : Per tutto il periodo post natalizio la Chierroni è stata chiusa fino alle nuove nevicate di inizio febbraio .
 
Ecco , dopo un Gennaio da dimenticare abbiamo avuto due mesi stupendi per chi ama vedere giornate fredde invernali  e nevose a ripetizione .

FEBBRAIO


Per quanto riguarda il mese di febbraio non aggiungo altro per non essere tedioso a quanto già detto qui :

http://www.abetoneforum.it/forum/problematiche-climatiche/analisi-mese-di-febbraio-2018/

MARZO

Marzo è stato sorprendente , di solito il primo mese di primavera si contraddistingue per una partenza invernale ( 1° decade ) per poi man mano, con l’allungarsi delle giornate e l’avanzare della stagione, farsi sentire la Primavera a volte anche con scaldate premature .
C’è stata effettivamente una partenza “invernale” con i fiocchi ( -10,6° al passo il 1° di marzo ) poi una seconda decade più mite ma sul finire della stessa abbiamo avuto un rientro di aria gelida da E con neve ( 19-20-21 ) venti tesi e la settimana del  Pinocchio veramente con neve spettacolare invernale cosa rarissima per il Pinocchio visto che si svolge sempre sul finire della stagione .
Il 19 marzo abbiamo avuto il massimo accumulo di neve alla Palina di Ponte alle Lime con 151 cm.  Nello stesso giorno è registrato il massimo anche alla palina del Gomito a 1769 mt. Con 287 cm.
Abbiamo avuto 7 gg. Di neve  23 giorni di gelo ( con giorni a -6° / -10° di minima ) e 4 giorni di ghiaccio dei quali 3 in terza decade a dimostrare un fine mese veramente freddo .
Cumulati 154 cm.  , il giorno più nevoso il 19 marzo con 37 cm.
Marzo 2018 si va a collocare al 6° posto all time con il dato migliore degli ultimi 15 anni ( dietro solo al mitico , inarrivabile e incomparabile 2004 ! ( mi commuovo sempre nel suo ricordo tant’è che a casa ho sempre attaccato come un amuleto il calendario del 2004 con tutte le nevicate scritte sopra , guai a chi lo tocca ) .
Segnatevelo , ricordatevelo negli anni futuri perché probabilmente passeranno anni per un marzo talmente nevoso ! in precedenza si ricordi il 1984 .

APRILE

Aprile 2018 ha  seguito purtroppo un trend di mesi di aprile negativi per la neve in Appennino Settentrionale dura ormai  dal 2003 . ( 90 cm. )
Come vi esponevo , ma qui dovrebbe intervenire un esperto, negli ultimi 15 anni sembra che si siano anticipate le stagioni con mesi di novembre molto più nevosi ma aprile con scarsi o rari accumuli . Fa eccezione negli ultimi 10 anni  il 2013 con 43 cm. ma quell’inverno fu incredibile con neve da ottobre a maggio cosa avvenuta solo nel 2003/2004 .  Prima decade passata  con alternanza di belle giornate di sole ( primo fine settimana del mese molto bello ) a giornate piovose .
Ufficialmente chiusa la stagione della Chierroni l’8 di aprile con oltre 100.000 passaggi . gli altri impianti si valuterà in base alle condizioni meteo . 
Con l’ingresso della seconda decade contraddistinta da alcune giornate di pioggia e nebbia la temperatura a livello europeo è aumentata ovunque . Basti pensare che il mese di aprile si chiuderà con solo due giorni gelo ( 1° e 2 aprile ) temperature molto miti con 19,30° il 22 aprile di massima .
Gli impianti vista la situazione sono stati fatti girare solo nelle giornate di sole e neppure tutti .
Con il 15 aprile si è chiusa la stagione del Pulicchio . con il 25 aprile chiude definitivamente anche Ovovia .
Se non ci fossero state queste condizioni estremamente calde ( fino a 10° in + per la stagione aprile si chiuderà  come il 2° più caldo dal 1955  ) probabilmente avremo avuto le piste perfettamente innevate fino ai primi di maggio . Il 25 aprile voglio ricordare che la Stucchi era completamente percorribile in tutta la sua totalità fino ad intersezione con Zeno 2 la quale era leggermente scoperta solo nel finale ( come la Zeno 3 ) .
Gli impianti della Val di Luce hanno girato anche il 1° di maggio .

 

 
Ecco i dati riassuntivi  ( periodo analisi 1° novembre - 30 aprile  ) :
 
 
° nel complesso sono caduti  583 cm.  
° Nel 2018 , per adesso, precipitati  374 cm.   
° Giorni neve 2018 , al momento , 19 giorni ( ANNO SOLARE ) .   
° Giorni neve stagione 2017/18 33 giorni.   
° Giorni pioggia stagione 2017/18 16 giorni.   
° giorni con temperature minime sotto lo zero , 107.   ( record storico personale)
° giorni con temperature minime sopra lo zero , 70. 
° giorni con temperature massima sotto lo zero , 34  ( giorni di ghiaccio ) ( record storico personale)
° temperatura minima  più fredda -16,20° , 28 febbraio  ( record storico personale)
° temperatura max  più fredda -12,2° , 26 febbraio ( record storico personale)
° serie più lunga giorni di gelo , 29 ( dal  2 febbraio al 1 marzo compresi ) ( record storico personale)   
° Giorni di neve a terra consecutivi ( rilevamento di Ponte alle Lime ) 168 gg.  dal 6 novembre all' 23 aprile  ( nuovo record storico personale )      
° giornata più nevosa : 13  novembre  46  cm. precipitati .
° maggiore serie di giorni nevosi consecutivi  6 , 1 / 6 febbraio -  21 /26 febbraio   
° maggiore serie di giorni di pioggia consecutivi , 3   ( 9-10-11 aprile  )
° maggiore serie di giorni senza precipitazione 18 ,dal   13 aprile al 30 aprile .
° maggiore quota neve raggiunta a terra a Ponte alle Lime : 151 cm. 19 marzo . 
° giorno più caldo della stagione , 22 aprile , 19,30°   
° minima  più calda della stagione ,  28 aprile   , 7,8° 
 
Rilevamento dati Analisi STAZIONE Meteo  MONTE GOMITO :

•   Minima più bassa  -19,50°  28 febbraio
•   Minima più alta  5,1°  ( 24 dicembre )
•   Massima più alta  8,6° 7 aprile
•   Massima più bassa  -16,60° 26 febbraio
•   Giorni di ghiaccio consecutivi  15 giorni ( dal 1 febbraio  al 15 febbraio compresi )
•   Giorni di ghiaccio dell’intera stagione   73 giorni
•   Giorni di gelo consecutivi  39 giorni ( dal 1 febbraio  al 10 marzo compresi )
•   Giorni di gelo dell’intera stagione 122


 caduta neve per mese :
 
° novembre 109 cm.
° dicembre  100 cm.
° gennaio 23 cm.
° febbraio 196 cm.
° marzo 154 cm.
° aprile 1 cm.
 
Segue analisi e grafica   

10
Diretta dalla Croce - Discesa integrale

In settimana avevo parlato con Roby  della Diretta dalla Croce della Pania verso il Vallone dell’Inferno.   Avevo trovato la sua relazione , ne avevo lette altre solo relative alla discesa del Vallone . Ho pensato tutta la settimana che o andavo con questo innevamento o chissà quando sarebbe ricapitato . Sapevo che Roby era impegnato  tutto il fine settimana , non avevo altre possibilità.
 Ne riparliamo venerdi a pranzo e lui mi dice … "prova da solo ! " . Avevo salito la Pania in invernale varie volte nella seconda parte degli anni 90’ , mai con le pelli e sinceramente non ricordavo neppure bene l’avvicinamento , i passaggi rognosi, i tempi . 
Venerdi sera ho preparato tutto , sono andato al letto presto e messa la sveglia alle 4 , meglio arrivare di buon ora  visto i possibili imprevisti e la meteo con temperature simil estive .
Sveglia precisa, colazione abbondante , macchina già carica dalla sera prima, mi metto in viaggio intorno alle 5 . La strada la ricordo bene , anche se credevo che non ci volesse quasi un’ora e mezza e oltre 75 km per arrivare a Piglionico . Ovviamente non trovo una macchina , preparo il materiale lascio solo i rampant in auto , non ho la piccozza ( che poi l’avessi avuta forse l’avrei usata ) perché mi è rimasta nel furgone di Roby .  Decido di partire con gli scarponcelli sci e scarponi sullo zaino ,scelta  giusta infatti la prima mezz’ora la passo nel bosco già in veste primaverile  . Lanciando lo sguardo avanti vedo la prima neve , prima a tracce poi sempre più abbondante tant’è che nel giro di pochi passi siamo già sui 40 cm.  Decido di mettere gli scarponi ma non gli sci , Roby mi aveva detto che il bosco non è uniforme sarebbe stato un levare e mettere . Trovo la prima difficoltà quando il sentiero prende per un traverso abbastanza lungo con sguardo sulla Pania Secca : devo fare massima attenzione , passi decisi su neve con un velo di rigelo ; non vedo l’ora di passare quel traverso e comincio a nutrire qualche timore sul proseguo ma mi sforzo di affrontare le cose una per volta senza farmi troppi problemi .  Comincio a tagliare dritto per dritto seguendo delle vecchie tracce e avanzo velocemente ; si scorgono i pratoni innevati sotto il Rif. Rossi e decido di mettere gli sci . Comincio a pellare la neve tiene bene davanti a me il Puntone dell’Uomo Morto  , si intravedono le antenne del Rossi . Arrivo al rif. Intorno alle 8 , telefonata a Roby che mi dice di star tranquillo che il bello verrà adesso.  È il 21 aprile ma ci sono oltre 2 metri di neve , il rifugio è praticamente seppellito, non posso nemmeno immaginare come era 20 gg. fa prima della scaldata. È tutto chiuso , non so se il gestore c’è o verrà dopo , foto di rito e riparto.
Arrivo sul traverso che dal Rossi porta alla Focetta del Puntone  , sono in maniche corte vado in ombra e seguo delle tracce che mi renderò conto dopo saranno ahimè troppo alte ma ormai non posso cambiare , è un puntaccio , avevo letto sulla relazione di Roby di fare massima attenzione eppure sono riuscito a complicarmi la vita. Mi prende pure freddo avanzo lento e mi sforzo di non guardare di sotto.  Vedo la Focetta del Puntone ma come temevo sono alto : mi avvicino a delle rocce e mi tolgo gli sci , scendo a piccoli e misurati passi facendo scendere gli sci e le bacchette piano piano e mi dico che la Focetta è lì al sole basterà poco !
In qualche modo arrivo alla palina che non vedevo da oltre 10 anni :  si scorge il passo degli Uomini della neve , le Apuane meridionali , Viareggio , Livorno là sullo sfondo . La Borra di Canala è strapiena di neve , mai vista così , idem il Vallone dell’Inferno .
Comincio  a pellare di traverso cercando di rimanere alto sulla dx del Vallone , di trovare neve buona ma ci vuole tanta attenzione , "frano" spesso e non è un bella sensazione . Cerco di guardare avanti e tiro dritto . Non mi rendo conto di essere passato dentro la Buca della Neve ! è a pari, non ricordo quanto sia fonda ma almeno 8 mt. , ne sono quasi convinto . Comincio a fare dei traversi dato che la pendenza aumenta . Con Roby avevo ragionato di tirare diritto per la Croce ma non me la sento da solo e arrivo dopo vari traversi a circa 100 metri dalla cresta sommitale sotto delle roccette affioranti ; tolgo gli sci , sistemo tutto dietro e decido un dritto per dritto, non ci sono alternative . La pendenza sfiora i 45° forse qualcosa di più vedo la cima , vedo il colle della Lettera completamente pieno di neve e vedo la diretta dalla Croce che vorrei provare a scendere . Arrivo sulla sommitale, avessi avuto la piccozza era meglio, ho le mani congelate perché le ho infilate nella neve in appoggio, lo ordina anche il dottore !  la cresta è incredibilmente affilata ,mi metto un giubbino c’è un pochino di vento ; misuro ogni passo , impiegherò circa 20 minuti per arrivare sotto la Croce : manca l’ultimo tratto dove arriva il Canale dei Carrubi ; la cresta è un filo, non ci sono tracce, non c’è nessuno ci penso e ci ripenso la Croce è lì a 20 mt. Devo farmi coraggio e muovermi con passi decisi . Arrivo alla Croce sono commosso , sono passati 22 anni dalla prima solitaria in Pania , avevo 21 anni , ero un incosciente e non avevo paura di nulla , adesso ho avuto paura , guardo dietro e mi dico che non ci penso a ripassare da lì a piedi ; chiamo Roby, gli mando 2 foto dalla cima per individuare la diretta per scendere dalla Croce. Appurato che è quella che vedo, decido per scendere da lì ma prima vado in esplorazione a piedi , mi calo giù per 50 mt. Mi pare di vedere un tratto non innevato, sono indeciso , risalgo e mi sovviene che appena prima della Croce c’era la possibilità di scendere e rientrare sulla Diretta bypassando quel traverso . Mi decido, spello, rimetto tutto dentro ,serro gli scarponi ,gran sospirone e mi tiro di sotto: saranno  45/50° lì sotto ma alla prima curva la neve è top e mi sento subito sollevato, tiro 2 curve e ho già perso quota,  vado di taglio verso il Vallone e in 4 curve sono dentro . Mi volto faccio una foto per ricordarmi che cavolo sono sceso di lì !! .
Non avevo tante soluzioni , avrei impiegato una mezz’ora buona a tornare al punto dove ero emerso, oltretutto dopo il primo pezzo avrei dovuto bypassare quel salto di roccia dove prima avevo tolto gli sci insomma la scelta fatta mi aveva ripagato !
Son contento prendo fiducia tiro altre belle curve; come un bimbo piccolo mi infilo nella Buca della Neve . Scorgo in lontananza le uniche 2 persone che alla fine avrei incontrato in tutto il giorno : sono ferme che guardano che scendo, probabilmente non se lo aspettavano .
Arrivo alla Focetta, loro stanno cercando di scendere da dove prima avevo recitato un paio di preghierine, mi chiedono se servono i ramponi per salire e se il sentiero è tracciato . Rispondo che i ramponi probabilmente non serviranno ma che a piedi si sfonda e forse 2 ore non bastano per la Cima . Il sentiero l’ho tracciato io ma in condizioni invernali di solito il Vallone si sale alla meglio senza cercare tracce ; non mi paiono molto convinti infatti a breve torneranno sui loro passi .
Io mi guardo intorno : Roby mi aveva detto che avrei potuto fare la Borra che valeva la pena , non ci penso due volte e mi ci fiondo dentro!
Allora vi dico che è stato una favola , neve bellissima , paginoni intonsi a parte qualche slavinata proveniente dalla  Amoretti/Divestea mi sono goduto una grandissima sciata .
Ho tolto gli sci in fondo ,credo che anche in pieno inverno non si possa andare molto avanti , ci sono delle rocce affioranti molto grandi ci vorrebbero metri e metri di neve ma lì saremo a 1000/1100 mt.  , impossibile per le nostre lande . Faccio un’ultima foto alla Borra , rimetto gli sci e comincio a scendere il ravaneto che porta nel bosco sottostante . Con qualche difficoltà rientro sul sentiero 127 che da Foce di Mosceta porta a Piglionico. È interminabile e stancante ma arrivato alla macchina , guardandomi indietro, penso di aver fatto una gran bella sciata apuana .
Mi chiama Roby, è al decollo a Borgo a Mozzano. Mi da la posizione ci si troverà là. Arrivo,  lo aspetto , atterrerà a breve . Si scherza, si ride, si pensa alla prossima insieme se si riuscirà con questo caldo.  Si va a prendere un birrozzo insieme ci mangio pure un bel panino.
Caffè e ci si saluta alla prossima grande Roby !

Segue - foto .

11
Problematiche Climatiche / Analisi mese di febbraio 2018
« il: Marzo 05, 2018, 03:53:02 pm »
il mese di febbraio del 2018 credo entri di diritto negli annali come uno dei mesi con la 3° decade più fredda della storia recente ( 1950-2018 ) .

non abbiamo dati precedentemente .
ovvero la stazione meteo di rilevamento di Boscolungo ha una storia anche più vecchia con dati che risalgano al 1923 ma sono dati pluviometrici e non riguardanti la termometria .

premetto che devo ringraziare Giorgioba che ci ha dato la notizia della ripartenza della stazione termometrica di Boscolungo ferma dal 1997 e al sito del CFR http://www.sir.toscana.it/index.php?IDS=2&IDSS=6 dove ci sono una marea di dati incredibili .

per tornare in argomento febbraio 2018 risulta il 4° mese della serie storica per accumulo ma la cosa incredibile sono i giorni di ghiaccio e gelo : un dato penso quasi irripetibile a breve a meno che questo inverno segni un cambio di tendenza .

ecco i dati :

neve caduta nel mese 196 cm.
giorni di neve : 9
giorni di gelo 27 su 28
giorni di ghiaccio 14 su 28
minima più bassa  -16,2°  ( 28 febbraio )
minima più alta 0,4° ( 1° febbraio )
massima più bassa  -12,2° ( 26 febbraio )
massima più alta 3,9° ( 17 febbraio )
giorno con maggiore accumulo nevoso : 42 cm.  3 febbraio
serie maggiore di giorni consecutivi con accumulo   6 gg. ( dal 1° al 6  e dal 21 al 26 )


qualche immagine :

serie storica nevosa Abetone per febbraio:



caduta neve in febbraio grafico dall'accumulo maggiore al minore :


12
Problematiche Climatiche / Record serie storiche - miei dati
« il: Gennaio 10, 2018, 04:28:02 pm »
ho preparato un piccolo report , a dire il vero per una serie storica bisognerebbe avere 10 anni di dati , ne ho 7 ( 8 in corso )  ho cominciato il lavoro, a fine stagione tirerò le fila .  ;)

a volte mi dico che lo faccio a fare .
mi dicono che sono autistico per l'Abetone e la meteo. ( abetonese  :) )
pole essere .

amen , fino che potrò porterò avanti questa passione per il mì Abetone come diceva Zeno Colò .

a posteri l'ardua sententia.


13
“La stagione appena conclusa chiude, spero , una triade di inverni per il nostro appennino veramente sottotono .  “

Così avevo scritto l’anno passato a chiusura dell’ennesima stagione “monca” e piena di rimpianti . Non avrei mai creduto che avremmo vissuto un altro inverno   da dimenticare , anzi il peggiore della storia abetonese .
Sinceramente non si può neppure parlare di “caldo” eccessivo , anzi , forse degli ultimi  4 inverni  è stato il più freddo ; da noi però si sa che l’equazione freddo non è uguale   tanta neve … Il freddo poi si è concentrato tra il periodo di Natale e per quasi tutto gennaio con ripetute giornate di ghiaccio.
 Andiamo a vedere in particolare .

Novembre è passato senza infamia e senza lode , con 10 cm. di neve caduta e cannoni accesi a più riprese ( soprattutto sul lato emiliano dell’Appennino in 2 momenti diversi ( in prima decade e in ultima decade ) .

 L’Apertura dell’8 dicembre è saltata completamente , con tempo anticiclonico . si è riusciti ad aprire la “Sprella” con miracolo degli impiantisti ; la Jolly ( in Val di Luce )  è stata aperta il 10 dicembre ; il 19 aperta la Passo di Annibale fino alla stazione intermedia .
Il 23 del mese sono stati aperti i campini al passo , la Vigilia di Natale lo skilift della Zeno 3 tutto in un clima moderatamente fresco ma non freddo .
 
Solo con l’anno nuovo e l’avvento dei primi veri freddi stagionali si è potuto aprire il 4 gennaio la Zeno 3 nella sua Totalità .  Gennaio è stato freddo , molto freddo rispetto alle ultime stagioni ma avaro di precipitazioni con solo 45 cm. di neve caduta tra il 13 e il 16 gennaio ; al 23 del mese molte piste non erano ancora mai state aperte tra le quali : Adelboden , Foresto , Zeno 1 , Roccione , la Pulicchio e altre varianti minori .
I giorni a cavallo della metà di gennaio saranno quelli più freddi dell’intera stagione con giorni consecutivi di ghiaccio al passo .

Ci si sarebbe aspettato almeno un febbraio all’altezza degli ultimi anni ( 2013 , 206 cm. – 2014, 102 cm.  2015, 204 cm. 2016, 144 cm. ) invece purtroppo è passato anonimo , mite e con soli 24 cm. di neve caduti dei quali la metà l’ultimo giorno del mese .
A fine febbraio alcune piste erano ancora chiuse e mai state aperte tantè che la completa apertura del comprensorio è avvenuta soltanto intorno a metà marzo con la battitura della Adelboden e del Foresto intorno al 10 del mese e della Pulicchio a metà mese .
Marzo nel complesso è stato abbastanza mite ; da metà mese è sopraggiunto il primo caldo di stagione e a parte qualche fugace ingresso di grecale la stagione è tristemente volta al termine con oltre un mese di anticipo rispetto alle grandi annate .

Aprile 2017  da dimenticare quasi totalmente … solo 3 cm. caduti ; nel weekend di chiusura del Pinocchio l’arrivo delle gare è stato alzato all’incrocio Zeno 3 / Stadio per poca neve nel tratto finale . la zona Selletta /riva già chiusa .
Non è stato caldo come l’anno passato ma veramente anonimo , con una spruzzata di neve per 2 ingressi di Grecale dopo il 18 del mese e niente più . PASQUA ( 16 APRILE ) con i prati ovunque . impianti chiusi totalmente dall ‘ 11 aprile .
   

 

 
Ecco i dati riassuntivi  ( periodo analisi 1° novembre - 30 aprile  ) :
nota : la stazione è stata down dal 7 al 12 aprile compresi
 
° nel complesso sono caduti  109 cm.   ( minimo storico)
° Nel 2017 , per adesso, precipitati  95 cm.   ( minimo storico)
° Giorni neve 2017 , al momento , 7 giorni ( ANNO SOLARE ) . ( minimo storico)
° Giorni neve stagione 2016/17 9 giorni. ( minimo storico)
° Giorni pioggia stagione 2016/17 11 giorni.
° giorni con temperature minime sotto lo zero , 51.
° giorni con temperature minime sopra lo zero , 115.
° giorni con temperature massima sotto lo zero , 12  ( giorni di ghiaccio ) ( record storico personale)
° temperatura minima  più fredda -10,30° , 7 gennaio  ( record storico personale)
° temperatura max  più fredda -6,6° , 17 gennaio ( record storico personale)
° serie più lunga giorni di gelo , 25 ( dal  3 gennaio al 26 Gennaio compresi ) ( record storico personale)   
° Giorni di neve a terra consecutivi ( rilevamento di Ponte alle Lime ) 56 gg.  dal 3 gennaio all' 27 febbraio  ( nuovo minimo storico personale ) 
° giornata più nevosa : 16 gennaio 23 cm. precipitati .
° maggiore serie di giorni nevosi consecutivi  2 , 15/16 gennaio 4/5  marzo 
° maggiore serie di giorni di pioggia consecutivi , 6   ( dal 31 gennaio al 5 febbraio  )
° maggiore serie di giorni senza precipitazione 42 ,dal   7 marzo al 17 aprile
° maggiore quota neve raggiunta a terra: 28 cm. 17 gennaio ( minimo storico personale ) 
° giorno più caldo della stagione , 30 marzo, 17,40°
° minima  più calda della stagione ,  31 marzo   , 10,10°
 
Dal 1° gennaio di questa stagione ho cominciato anche il rilevamento dati Analisi STAZIONE Meteo  MONTE GOMITO :

•   Minima più bassa  -15,70° 6 gennaio
•   Minima più alta  4,8°  ( 31 marzo e 10 aprile )
•   Massima più alta  8,9° 31 marzo
•   Massima più bassa  -12,90° 6 gennaio
•   Giorni di ghiaccio consecutivi  25 giorni ( dal 5 al 28 gennaio )
•   Giorni di ghiaccio dell’intera stagione   58 giorni
•   Giorni di gelo consecutivi  53 giorni  ( dal 2 gennaio al 22 febbraio )
•   Giorni di gelo dell’intera stagione 93


 caduta neve per mese :
 
° novembre 10 cm.
° dicembre  4 cm.
° gennaio 45 cm.
° febbraio 24 cm.
° marzo 23 cm.
° aprile 3 cm.
 
Segue analisi e grafica   

14
Abetone / Notizia su Raceskimagazine
« il: Gennaio 18, 2017, 02:24:31 pm »
cercavo notizie sulla Coppa del Mondo e ho trovato questo articolo  :-\
Non lo conosco di persona anche se l'ho visto tante volte su .

spero stia meglio adesso .

http://raceskimagazine.it/del-nista-coach-val-luce-operato-due-volte-un-neurinoma/

15
Multipass / Pagamento stagionale multipass 2016/17
« il: Agosto 18, 2016, 10:00:33 pm »


Prevendita degli abbonamenti stagionali per il prossimo inverno 2016/2017.
Le formule di acquisto previste sono:

- ENTRO IL 18 SETTEMBRE 2016 in unica soluzione

€ 520,00


- DAL 19 SETTEMBRE AL 11 NOVEMBRE 2016 in unica soluzione

€ 580,00

- DAL 12 NOVEMBRE 2016 IN POI in unica soluzione

€ 680,00

Lo skipass stagionale a prezzo pieno è comprensivo dei “Grandeneve”: buoni nominativi validi per cinque giornate di sci gratuite presso i comprensori del Cimone e del Corno alle Scale.

  • SCONTO “FAMIGLIA” E “OVER 60”

Come di consueto è previsto lo sconto del 10% per Famiglie ( sul terzo stagionale nello stesso nucleo familiare ) e Over 60, nati prima 01.01.1956, valide indistintamente dalla data di acquisto degli stagionali.

  • BAMBINI NATI DOPO IL 01/01/2011

Abbinato alle scadenze elencate, AGGIUNGENDO € 10,00 AL PREZZO DELLO STAGIONALE ADULTO DEL GENITORE, VERRA’ RILASCIATO LO STAGIONALE AL FIGLIO/A NATO/A DOPO IL 01/01/2011. Senza abbinamento il prezzo sarà quello del nostro listino ufficiale ad € 150,00 senza scadenza di acquisto.
 
Per  i dati bancari e maggiori dettagli scarica la Comunicazione e il Regolamento

Pagine: [1] 2 3 ... 7