Autore Topic: finalmente una croce è servita a qualcosa (sfuggire ai lupi)  (Letto 3881 volte)

Offline boia de

  • Organizzazione Eventi
  • Utente da pista rossa
  • ******
  • Post: 1.210
  • Sesso: Maschio
  • organizzatore eventi ma de che????
    • sciatore
    • Mostra profilo
finalmente una croce è servita a qualcosa (sfuggire ai lupi)
« il: Agosto 13, 2014, 10:17:43 am »
dal tirreno di oggi  :o


Sui monti per la grande luna di notte
ma c’è un incontro imprevisto...
Inseguito dai lupi,
sale sulla croce
per salvarsi
di Elisa Valentini wPISTOIA Certe storie si leggono nei romanzi di avventura di Hemingway o si vedono nei film. Racconti ambientati nella notte, quando c’è la luna piena e magari, con un tocco di fantasia, la comparsa dei licantropi, incroci mitologici tra uomini e lupi . In queste righe raccontiamo invece di comuni lupi. Però le emozioni, paura ma anche gioia e stupore, sono quelle di una storia vera. Perché a Marco Mangia, escursionista 42enne di Pistoia, non basta chiudere un libro per cancellare il segno dell’avventura vissuta domenica, nella notte della super luna piena, mentre era da solo, sul sentiero di ritorno dal lago Scaffaiolo, a quasi 1800 metri di quota sull’Appennino Tosco-emiliano. «Mi trovavo fra il passo del Cancellino ed il crinale - spiega - quando, sulla sinistra, ho intravisto luccicare nel buio due occhi che mi fissavano. Avevo con me solo una torcia, ma ero tranquillo e ho ripreso a camminare. Poco dopo, però, ho visto di nuovo quegli occhi su di me. In genere gli animali selvatici, quando vedono una persona, scappano». «Ho aguzzato la vista - prosegue Mangia - a circa 300 metri da me, sono spuntati altri due occhi. Non riuscivo a vedere la forma dell’animale, ma stava avanzando verso di me. Ho lanciato anche una pietra per spaventarlo, ma niente da fare. Il primo animale ha cominciato a camminare parallelo a me, il secondo l’ha seguito. Allora ho capito che si trattava di lupi». «Ero solo, mi sentivo indifeso - riprende tutto d’un fiato - d’impulso ho cominciato a correre sul sentiero per raggiungere il crinale, ben illuminato dalla luna piena. Ma dopo circa 400 metri mi sono ritrovato i due lupi che mi fissavano a circa 50 metri da me». Il cuore in gola, il sudore freddo di chi si sente preda. Mentre i lupi, sicuri di sé, lo avevano aggirato. Il cuore in gola, senza penarci due volte, l’uomo ha spiccato la corsa verso la croce della foce dell’Uccelliera, che aveva notato poco prima, e si è arrampicato. Che si creda nel significato religioso o meno, in quel caso l’alta croce in metallo è stata l’ancora di salvezza. La batteria del telefono quasi scarica ha resistito per una telefonata ai Carabinieri. Questi hanno chiamato il Soccorso Alpino. Dal vicino rifugio di Porta Franca sono partiti due uomini, munti di fischietti, bastoni e coltello, che nel giro di un’ora hanno raggiunto l’escursionista per poi accompagnarlo al rifugio per la notte. «Non ho dormito - racconta Mangia - l’adrenalina era troppo alta, continuavo a vedermi davanti quegli occhi che mi fissavano. Tornerò in montagna, la passione è troppo grande. La vera domanda è se ci tornerò da solo. Ho imparato che la montagna è come il mare: va trattata con rispetto, altrimenti può riservare scherzi spiacevoli. Eppure mi sento fortunato per questo incontro ravvicinato».

Offline ski boy

  • Utente da pista rossa
  • ******
  • Post: 1.811
  • Sesso: Maschio
    • sciatore
    • Mostra profilo
Re:finalmente una croce è servita a qualcosa (sfuggire ai lupi)
« Risposta #1 il: Agosto 13, 2014, 12:15:03 pm »
come si diceva una volta..boia che flash!

Offline motomix

  • Organizzazione Eventi
  • Utente Reale
  • ********
  • Post: 6.660
  • Sesso: Maschio
  • Sono un motociclista ossessivo-compulsivo
    • sciatore
    • snowborder
    • Mostra profilo
Re:finalmente una croce è servita a qualcosa (sfuggire ai lupi)
« Risposta #2 il: Agosto 13, 2014, 12:23:44 pm »
dichiara di ritenersi fortunato per questo incontro ... :-X.. ma mi faccia il piacere !
GUARDINGA76, la mia regina.

Offline paolino

  • Global Moderator
  • Divinità Montana
  • *****
  • Post: 12.583
  • Sesso: Maschio
    • sciatore
    • Mostra profilo
Re:finalmente una croce è servita a qualcosa (sfuggire ai lupi)
« Risposta #3 il: Agosto 13, 2014, 02:14:47 pm »
Devono averla sostituita, allora, la croce all'uccelliera, fino ad un paio d'anni fa era piegata che toccava quasi terra

Offline motomix

  • Organizzazione Eventi
  • Utente Reale
  • ********
  • Post: 6.660
  • Sesso: Maschio
  • Sono un motociclista ossessivo-compulsivo
    • sciatore
    • snowborder
    • Mostra profilo
Re:finalmente una croce è servita a qualcosa (sfuggire ai lupi)
« Risposta #4 il: Agosto 13, 2014, 04:48:40 pm »
magari ci si era già arrampicato qualche altro fortunato camminatore ....
GUARDINGA76, la mia regina.

Offline vintage

  • Utente da campo scuola
  • ****
  • Post: 309
  • Sesso: Maschio
    • sciatore
    • Mostra profilo
Re:finalmente una croce è servita a qualcosa (sfuggire ai lupi)
« Risposta #5 il: Agosto 13, 2014, 05:41:21 pm »
un uomo chiamato merenda !

Offline Balena

  • Divinità Montana
  • *********
  • Post: 14.343
  • Sesso: Maschio
  • ...Sometimes it's hard to believe you remember me
    • sciatore
    • Mostra profilo
Re:finalmente una croce è servita a qualcosa (sfuggire ai lupi)
« Risposta #6 il: Agosto 14, 2014, 02:01:40 pm »
Boia chissà che lavori ...
Spero avesse il pannolone altrimenti eran beghe
"Dev’essere tremendo questo Abetone se il campionissimo viene di lì... " dal libro “Dove lo sci” di Rolly Marchi” edito nel 1967

Regno della Pervesità - meteorologo collaboratore di Giglio e spalatore delle carrozze reali e dintorni!

Offline valerio

  • Utente da pista rossa
  • ******
  • Post: 1.681
  • Sesso: Maschio
  • Pianura e montagna: odio e amore
    • sciatore
    • Mostra profilo
Re:finalmente una croce è servita a qualcosa (sfuggire ai lupi)
« Risposta #7 il: Agosto 16, 2014, 09:57:22 am »
Certo, un racconto del genere, per chi come me va spesso da giro da solo per i crinali appenninici, anche di notte, ed ha per di più una paura matta dei lupi, mette un po di brividi...
Già normalmente mi guardo sempre anche alle spalle, figuriamoci da ora in poi.
Comunque, guardando il lato positivo, nel racconto non si parla affatto di un attacco ma solo di avvistamento, sono sempre stati a distanza, magari solo per capire le sue intenzioni o per vedere se fosse stata una possibile preda.
Per ora notizie di attacchi all'uomo da parte del lupo, sui nostri appennini, non ne ho. Ovviamente negli ultimi 20-30 anni dopo la sua reintroduzione.
Sicuramente il lupo è un bellissimo animale che spero di incontrare (di giorno...) prima o poi.
2011/2012: Uscite scialpinistiche: 17 (Dislivello: 14000 m)
Giornate con impianti: 13 (1 Valtournenche, 2 Cervinia, 3 Abetone, 3 La Thuile, 3 Courmayeur, 1 Splügen)
2012/2013: Uscite scialpinistiche: ho perso il conto!
Giornate con impianti: 4 (4 Abetone)

Abetoneforum

Re:finalmente una croce è servita a qualcosa (sfuggire ai lupi)
« Risposta #7 il: Agosto 16, 2014, 09:57:22 am »