Autore Topic: Località aperte e località chiuse dell'Appennino tosco-emiliano  (Letto 94699 volte)

Offline bracco

  • Utente da pista rossa
  • ******
  • Post: 1.755
    • Mostra profilo
Re:Località aperte e località chiuse dell'Appennino tosco-emiliano
« Risposta #390 il: Dicembre 09, 2015, 09:52:49 am »
certo che le piste con ritorno in piano, stile "azzurra" di campolino era un classico della valle del sestaione, arrivati sci a piedi in fondo alla N tornare sulla P non era banale, c'era da racchettare....mi immagino i tavolari...comunque Tommasone lascia stare le quote la zona è buia tutta a nord, lo scirocco caldo ci arriva ma non come alle regine...quello che mi fa sorridere è come si progettava con manodopera a costi bassi e senza troppe rogne di collaudi... nel senso il progetto prevede 8 impianti diversi, facendo 3 persone ad impianto sono 24 persone fisse e tutti gli anni manutenzioni e collaudi per 8 impianti diversi....sinceramente lo dovessi fare oggi farei un impianto più grande e con stazione di partenza più bassa stile ovo che va in cima e solo un tapais roulant per il campino...insomma stile ovo solo 2/3 impianti il resto tutto sci.... anche la val di luce è progettata male c'erano 4 impianti nella parte alta (gomito - fariola - 3p - annibale, ora fariola giustamente tolta dalle scatole) e 3 nella parte bassa (fariola + campiono + abetina) circa 7 impianti per 3/4 persone fisse a impianto...troppe...7 collaudi ogni anno....ora sono a 6 ma anche abetine e campino sono scemi non servono a niente basterebbe un tapais roulant al posto del campino (e da quanto ho capito i tapais roulant non sono impianti a fune costano meno come manutenzione / collaudi) e l'abetina toglierla di mezzo....la gente paga per fare tante piste diverse non per fare tanti impianti diversi..SAF si può criticarla quanto si vuole ma come progetto, aiutata anche dalla conformazione del suolo, è comunque moderno e razionale dal punto di vista economico...un impianto grosso, uno skilift di appoggio, un tapais roultant e ciccia...

Offline tommasone

  • Ogni sciatore necessita di una ragazza sciatrice e viceversa
  • Global Moderator
  • Utente Reale
  • *****
  • Post: 7.968
  • Sesso: Maschio
  • Caaaata!
    • sciatore
    • Mostra profilo
    • Cazzeggia all'abetone
Re:Località aperte e località chiuse dell'Appennino tosco-emiliano
« Risposta #391 il: Dicembre 09, 2015, 10:17:37 am »
sì, la tua analisi non fa una piega.
riguardando il progetto nella tua ottica tutto poteva esser fatto con un solo impianto anche a pdn che da quota leggermente più bassa alla pianaccina arrivava al monumento inguardabile a pippo (esposto però ai venti)

3 Park city, 3 Deer Valley, 2 The Canyons, 1 Brighton, 1 Snowbird, 1 Alta, 1 Solitude, 1 Bremboski, 2 Montecampione, 1 Valbondione, 1 Borno,  5 Abetone, 1 Doga e mi manca ancora il cimo!

Offline Balena

  • Divinità Montana
  • *********
  • Post: 13.940
  • Sesso: Maschio
  • ...Sometimes it's hard to believe you remember me
    • sciatore
    • Mostra profilo
Re:Località aperte e località chiuse dell'Appennino tosco-emiliano
« Risposta #392 il: Dicembre 09, 2015, 10:40:48 am »
Bella analisi di Bracco e un peccato per come è andata  :-\
"Dev’essere tremendo questo Abetone se il campionissimo viene di lì... " dal libro “Dove lo sci” di Rolly Marchi” edito nel 1967

Regno della Pervesità - meteorologo collaboratore di Giglio e spalatore delle carrozze reali e dintorni!

Offline Kaliningrad

  • Utente da pista nera
  • *******
  • Post: 3.119
  • Sesso: Maschio
    • sciatore
    • Mostra profilo
Re:Località aperte e località chiuse dell'Appennino tosco-emiliano
« Risposta #393 il: Dicembre 09, 2015, 10:47:04 am »
Anch'io condivido l'analisi di Bracco. Se per ipotesi un giorno si dovesse riaprire PdN l'ideale sarebbe una seggiovia che arriva fino in cima (partendo eventualmente da più sotto) ma con una stazione intermedia che consenta di sfruttare la parte alta quando la neve scarseggia in basso.

Offline codes

  • Utente da pista blu
  • *****
  • Post: 651
  • Sesso: Maschio
    • sciatore
    • Mostra profilo
Re:Località aperte e località chiuse dell'Appennino tosco-emiliano
« Risposta #394 il: Dicembre 10, 2015, 12:16:49 pm »
certo che le piste con ritorno in piano, stile "azzurra" di campolino era un classico della valle del sestaione, arrivati sci a piedi in fondo alla N tornare sulla P non era banale, c'era da racchettare....mi immagino i tavolari...comunque Tommasone lascia stare le quote la zona è buia tutta a nord, lo scirocco caldo ci arriva ma non come alle regine...quello che mi fa sorridere è come si progettava con manodopera a costi bassi e senza troppe rogne di collaudi... nel senso il progetto prevede 8 impianti diversi, facendo 3 persone ad impianto sono 24 persone fisse e tutti gli anni manutenzioni e collaudi per 8 impianti diversi....sinceramente lo dovessi fare oggi farei un impianto più grande e con stazione di partenza più bassa stile ovo che va in cima e solo un tapais roulant per il campino...insomma stile ovo solo 2/3 impianti il resto tutto sci.... anche la val di luce è progettata male c'erano 4 impianti nella parte alta (gomito - fariola - 3p - annibale, ora fariola giustamente tolta dalle scatole) e 3 nella parte bassa (fariola + campiono + abetina) circa 7 impianti per 3/4 persone fisse a impianto...troppe...7 collaudi ogni anno....ora sono a 6 ma anche abetine e campino sono scemi non servono a niente basterebbe un tapais roulant al posto del campino (e da quanto ho capito i tapais roulant non sono impianti a fune costano meno come manutenzione / collaudi) e l'abetina toglierla di mezzo....la gente paga per fare tante piste diverse non per fare tanti impianti diversi..SAF si può criticarla quanto si vuole ma come progetto, aiutata anche dalla conformazione del suolo, è comunque moderno e razionale dal punto di vista economico...un impianto grosso, uno skilift di appoggio, un tapais roultant e ciccia...

Non sono d'accordo. Era servita da un impianto certamente non facile (che non ho mai preso, infatti mi baso su racconti), ma la pista (ora fuorispista) è bella.

Offline tommasone

  • Ogni sciatore necessita di una ragazza sciatrice e viceversa
  • Global Moderator
  • Utente Reale
  • *****
  • Post: 7.968
  • Sesso: Maschio
  • Caaaata!
    • sciatore
    • Mostra profilo
    • Cazzeggia all'abetone
Re:Località aperte e località chiuse dell'Appennino tosco-emiliano
« Risposta #395 il: Dicembre 10, 2015, 12:18:29 pm »
sì, ma il pezzo non in comune con la seghi era lungo 300 metri, 2 persone, 1 impianto per aver 300 metri in più...
3 Park city, 3 Deer Valley, 2 The Canyons, 1 Brighton, 1 Snowbird, 1 Alta, 1 Solitude, 1 Bremboski, 2 Montecampione, 1 Valbondione, 1 Borno,  5 Abetone, 1 Doga e mi manca ancora il cimo!

Offline Kaliningrad

  • Utente da pista nera
  • *******
  • Post: 3.119
  • Sesso: Maschio
    • sciatore
    • Mostra profilo
Re:Località aperte e località chiuse dell'Appennino tosco-emiliano
« Risposta #396 il: Dicembre 10, 2015, 01:39:50 pm »
Non sono d'accordo. Era servita da un impianto certamente non facile (che non ho mai preso, infatti mi baso su racconti), ma la pista (ora fuorispista) è bella.

Se ti riferisci alla Fariola sono d'accordo con te.

Offline ski boy

  • Utente da pista rossa
  • ******
  • Post: 1.731
  • Sesso: Maschio
    • sciatore
    • Mostra profilo
Re:Località aperte e località chiuse dell'Appennino tosco-emiliano
« Risposta #397 il: Dicembre 10, 2015, 01:52:20 pm »
Non ho mai capito perche non sono mai stati fatti lavori per tentaare  un raccordo dal Gomito verso la Fariola mantendendo in vita la pista, no?

Offline ski boy

  • Utente da pista rossa
  • ******
  • Post: 1.731
  • Sesso: Maschio
    • sciatore
    • Mostra profilo
Re:Località aperte e località chiuse dell'Appennino tosco-emiliano
« Risposta #398 il: Dicembre 10, 2015, 01:55:57 pm »
Anch'io condivido l'analisi di Bracco. Se per ipotesi un giorno si dovesse riaprire PdN l'ideale sarebbe una seggiovia che arriva fino in cima (partendo eventualmente da più sotto) ma con una stazione intermedia che consenta di sfruttare la parte alta quando la neve scarseggia in basso.
Che comprensorio....mamma mia!
Piu che altro, ok per raaccordo anda e rianda PDN/Poggione con Campolino/Sestaione e viceversa, maa il raccordo Campolino resto del comprensorio come lo fareste?
Come in precedenza con un impianto che sale alla Selletta, o magari con una 4 posti che arriva al curvone delle 3 potenze? O addirittura sulla Fariola?

Offline tommasone

  • Ogni sciatore necessita di una ragazza sciatrice e viceversa
  • Global Moderator
  • Utente Reale
  • *****
  • Post: 7.968
  • Sesso: Maschio
  • Caaaata!
    • sciatore
    • Mostra profilo
    • Cazzeggia all'abetone
Re:Località aperte e località chiuse dell'Appennino tosco-emiliano
« Risposta #399 il: Dicembre 10, 2015, 03:42:45 pm »
Era tanto che non si parlava di questo argomento! Mi vengono in mente topic chilometrici di -ormai- troppi anni fa.

Cmq la soluzione migliore è ripercorrere la vecchia traccia selleta sestatione, le altre all'epoca proposte (sestaione- 3p o fariola) son troppo lunghe.

Ma a questo punto una bella va e vieni poggione selletta a campata unica???
3 Park city, 3 Deer Valley, 2 The Canyons, 1 Brighton, 1 Snowbird, 1 Alta, 1 Solitude, 1 Bremboski, 2 Montecampione, 1 Valbondione, 1 Borno,  5 Abetone, 1 Doga e mi manca ancora il cimo!

Offline Kaliningrad

  • Utente da pista nera
  • *******
  • Post: 3.119
  • Sesso: Maschio
    • sciatore
    • Mostra profilo
Re:Località aperte e località chiuse dell'Appennino tosco-emiliano
« Risposta #400 il: Dicembre 10, 2015, 04:23:15 pm »
il raccordo Campolino resto del comprensorio come lo fareste?
Come in precedenza con un impianto che sale alla Selletta, o magari con una 4 posti che arriva al curvone delle 3 potenze? O addirittura sulla Fariola?

Per arrivare alla Selletta sul vecchio tracciato bisognerebbe smantellare la Ximenes (se non sbaglio).
Un percorso relativamente poco più lungo sarebbe con arrivo in corrispondenza della sciovia del Gomito (laddove, magari, la partenza potrebbe essere spostata all'intersezione tra la Rossa e la Tre Valli).

Offline Jagar

  • Utente da pista rossa
  • ******
  • Post: 2.800
  • Sesso: Maschio
    • snowborder
    • Mostra profilo
Re:Località aperte e località chiuse dell'Appennino tosco-emiliano
« Risposta #401 il: Dicembre 10, 2015, 05:02:33 pm »
Vabbè, dai, buttate giù i vostri progetti nero su bianco: indicate piste e impianti, per favore  :D



Offline ski boy

  • Utente da pista rossa
  • ******
  • Post: 1.731
  • Sesso: Maschio
    • sciatore
    • Mostra profilo
Re:Località aperte e località chiuse dell'Appennino tosco-emiliano
« Risposta #402 il: Dicembre 10, 2015, 07:34:52 pm »
Ma a questo punto una bella va e vieni poggione selletta a campata unica???
[/quote]

Tschhhh
Una costruzione avveniristica! Bella davvero, ma effettivamente vedo + facile la vecchia campata Sestaione-Selletta, anche se a me piace l'idea di una 4posti Sestaione-Curvone 3 Potenze con sosta intermedia altezza Bivacco Lago Nero

Altra domanda: considerando la cronica mancanza di volonta' di un unico consorzio, quante zone avremo? 4?
SAF/VDL/Gomito-Selletta-Riva-Ximenes/Campolino-Sestaione-Poggione

Costo Multipass giornaliero festivo? La butto li, 46 euro: ci puo stare?

 

Offline bracco

  • Utente da pista rossa
  • ******
  • Post: 1.755
    • Mostra profilo
Re:Località aperte e località chiuse dell'Appennino tosco-emiliano
« Risposta #403 il: Dicembre 10, 2015, 07:49:36 pm »
con ordine e comodo

1- lo skilift della fariola costava all'impiantista 3 persone fisse per circa 6 mesi l'anno + corrrente + collaudi ect - sono una montagna di soldi

2- faceva pochi passaggi perchè lo slikift su distanze lunghe "non piace" aveva due tratti centrali "ritti" "strizzacoglioni" che certamente alcuni non gradivano, erano odiato dai tavolari - certo quando tutto il resto vecchi era tutta una fila, aveva il suo perchè

3- lo skilift già dal 1980 o giù di lì aveva perso la parte sommitale perchè obbligavano a staccarsi ad un abetino, perdevi il meglio e la possibilità di andare di là nella valle del sestaione (se scendi invece dalla fariola ti rimetti sulla 3valli dopo l'imbuto murino iniziale nel pianoro dove in fondo c'è il casottino acquedotto)

4- la pista non era male concordo ma aggiungeva poco come panorami ect alla normale seghi

5- per chi piace se c'è neve dalla seghi tagli occhi alle valanghe la fai tutta senza problemi - oppure dalla 3p tagli sotto il dente della vecchia più o meno arrivi all'albernino famoso (forse da questo lato è più facile alla fine è un traverso)

6- visto che abitiamo nel fantamondosci e come se io fossi cecco angiolieri, per ricollegare campolino/sestaione al resto del mondo non certo la selletta (passaggio idiota con impianto senza pista sotto) ma più idee:

a- S4 dalla base del sestaione direttamente quasi in cima a campolino senza skilift senza stazioni intermedie...stando sotto al crinale per evitare il vento

b- ricostruzione dello rifugio in piccolo in legno con sdraie fuori

c- riapro la azzurra a modino allargandola

d- lascio intonsa la rossa

e- riapro la x con piandinovello

f- dalla cima di campolino apro il varco verso l'ex strappapalle e sci ai piedi non solo mi godo la valletta ma arrivo a quella specie di torbiera

g- dalla torbiera con un impianto un po "storto" risalgo al passo bivio 3valli/valdiluce/3potenze in questo modo ho

h- la 3 valli sci ai piedi con gli impianti della valle sestaione (non come prima dove avevi una pista senza impianto per rifarla)

i-  qualche pistina "ganza" "furba" tra il passo e la torbiera

insomma un 25-35 km di piste con soli 2 impianti e tutto collegato....ovviamente in barba al tritone alla foresta biogenetiva ect ect


Offline ski boy

  • Utente da pista rossa
  • ******
  • Post: 1.731
  • Sesso: Maschio
    • sciatore
    • Mostra profilo
Re:Località aperte e località chiuse dell'Appennino tosco-emiliano
« Risposta #404 il: Dicembre 10, 2015, 08:05:16 pm »
Bella Bracco
Tutto ganzo davvero

Abetoneforum

Re:Località aperte e località chiuse dell'Appennino tosco-emiliano
« Risposta #404 il: Dicembre 10, 2015, 08:05:16 pm »