Autore Topic: la storica nevicata 3/4 marzo 1984 e i racconti del Panterone  (Letto 2280 volte)

Offline orso nero

  • Utente da slittino
  • ***
  • Post: 198
  • Sesso: Maschio
    • snowborder
    • Mostra profilo
Re:la storica nevicata 3/4 marzo 1984 e i racconti del Panterone
« Risposta #60 il: Gennaio 16, 2020, 02:45:35 pm »
si ma anche cercando in rete, sul maestrale le ipotesi sono tante e varie...

Offline SAMA0577

  • Utente da pista blu
  • *****
  • Post: 506
    • sciatore
    • Mostra profilo
Re:la storica nevicata 3/4 marzo 1984 e i racconti del Panterone
« Risposta #61 il: Gennaio 16, 2020, 02:56:28 pm »
Reminiscenze scolastiche, ricordo che maestrale si riferiva a "Madre Magistra" con cui si intendeva Roma...

Offline Münchner Hell

  • Utente da pista rossa
  • ******
  • Post: 1.219
    • sciatore
    • Mostra profilo
Re:la storica nevicata 3/4 marzo 1984 e i racconti del Panterone
« Risposta #62 il: Gennaio 16, 2020, 02:57:59 pm »
si ma anche cercando in rete, sul maestrale le ipotesi sono tante e varie...

Vero. Io punto sulla Serenissima, spinto da qualche ricordo scolastico e da una mia congiunta che ha studiato là …

E se invece fosse il vento preferito dai maestri dell'Abetone perché porta neve al passo? Maestrale … logico no?

A questo punto non ci resta che il Panterone ci dica come stanno le cose.
« Ultima modifica: Gennaio 16, 2020, 03:12:21 pm da Münchner Hell »

Offline Mark978

  • Utente da slittino
  • ***
  • Post: 116
    • sciatore
    • Mostra profilo
Re:la storica nevicata 3/4 marzo 1984 e i racconti del Panterone
« Risposta #63 il: Gennaio 16, 2020, 03:27:40 pm »
Reminiscenze scolastiche

Anche le mie, dell'istituto nautico e successivamente confermate una dozzina di anni orsono, dal comandante che alla lega navale mi fece il corso per la patente nautica.

Offline Balena

  • Divinità Montana
  • *********
  • Post: 13.925
  • Sesso: Maschio
  • ...Sometimes it's hard to believe you remember me
    • sciatore
    • Mostra profilo
Re:la storica nevicata 3/4 marzo 1984 e i racconti del Panterone
« Risposta #64 il: Gennaio 16, 2020, 03:34:32 pm »
Manca l'ostro .
Maestrale sapevo Mistral  .
"Dev’essere tremendo questo Abetone se il campionissimo viene di lì... " dal libro “Dove lo sci” di Rolly Marchi” edito nel 1967

Regno della Pervesità - meteorologo collaboratore di Giglio e spalatore delle carrozze reali e dintorni!

Offline orso nero

  • Utente da slittino
  • ***
  • Post: 198
  • Sesso: Maschio
    • snowborder
    • Mostra profilo
Re:la storica nevicata 3/4 marzo 1984 e i racconti del Panterone
« Risposta #65 il: Gennaio 16, 2020, 03:39:11 pm »
Manca l'ostro .
Maestrale sapevo Mistral  .

ostro, o mezzogiorno: da emisfero australe (sud)

Offline Bambolinamery

  • Utente da pallate di neve
  • **
  • Post: 88
  • Sesso: Femmina
  • utente da pista blu
    • snowborder
    • Mostra profilo
Re:la storica nevicata 3/4 marzo 1984 e i racconti del Panterone
« Risposta #66 il: Gennaio 16, 2020, 03:51:02 pm »
siete stati abbastanza bravi, le versioni sono tante io vi dico la più accreditata. allora la rosa dei venti fu fatta dagli antichi greci vicino malta con la grecia a nord est perciò giusto il grecale viene dalla grecia perciò grecale, il nostro vento maledetto eppure per nevicare ci vuole anche quello se nello stesso momento affluiisce anche aria più fredda da nord lo scontro con lo scirocco provoca nevicate abbondantissime anche all'abetone naturalmente se é solo scirocco pioggia. comunque sud est scirocco siria, sud ovet libeccio facillissimo ce la libia perciò vento dalla libia libeccio, il più difficile é il maestrale, e qui ce andato vicino Hell, allora a nord ovest ce Venezia, ora voi mi dirrete cosa c'entra Venezia col maestrale, nella'antichità Venezia veniva chiamata Venezia la città maestra perciò il vento che viene dalla città maestra si chiama maestrale.
« Ultima modifica: Gennaio 16, 2020, 03:56:40 pm da Bambolinamery »
siete fantastici un forum unico

Offline orso nero

  • Utente da slittino
  • ***
  • Post: 198
  • Sesso: Maschio
    • snowborder
    • Mostra profilo
Re:la storica nevicata 3/4 marzo 1984 e i racconti del Panterone
« Risposta #67 il: Gennaio 16, 2020, 03:59:48 pm »
googlando ho trovato una spiegazione interessante riguardo all'ambiguità dell'origine del nome "maestrale": pare che nelle prime rappresentazioni, la rosa dei venti fosse centrata su malta, e si intendesse maestrale = rotta verso roma = rotta maestra , mentre ai tempi delle repubbliche marinale la rosa dei venti era rappresentata come centrata su zante e la rotta maestra era quella verso venezia...

Offline Bambolinamery

  • Utente da pallate di neve
  • **
  • Post: 88
  • Sesso: Femmina
  • utente da pista blu
    • snowborder
    • Mostra profilo
Re:la storica nevicata 3/4 marzo 1984 e i racconti del Panterone
« Risposta #68 il: Gennaio 16, 2020, 04:15:33 pm »
andate su Google e mettete: meteogiuliacci  il nome dei venti ecco perché si chiamano così. vi appare subito. lo spiega benissimo spiega tutti i venti non solo i 4 di cui abbiamo parlato noi
« Ultima modifica: Gennaio 16, 2020, 04:33:59 pm da Bambolinamery »
siete fantastici un forum unico

Offline ImmensoAbetone

  • Utente da pista nera
  • *******
  • Post: 3.193
  • Sesso: Maschio
  • L'IMMENSA IMMENSITA'
    • Mostra profilo
Re:la storica nevicata 3/4 marzo 1984 e i racconti del Panterone
« Risposta #69 il: Gennaio 16, 2020, 04:37:59 pm »
Il panterone ha un coraggio infinito. Grande emozione a pensarlo solo di notte nella strada di Tagliole.. veramente un gran coraggio...

Inviato dal mio SM-A305F utilizzando Tapatalk

Ed il bello è che il coraggio che dici te l'ha avuto diverse volte!

Oddio, è anche rimasto impantanato qualche volta è.... anche in VDL dietro la SPA, ma con 30 - 40 cm anche i migliori possono rimanere fregati, specie con neve scivolosa.

E ciò nonostante che il Panterone abbia sempre avuto grandi auto 4X4, su tutte la mitica Dacia Duster
EVVIVA GUARDINGA76, ABBIAMO UNA NUOVA REGINA !
UMILMENTE AL TUO SERVIZIO, MIA REGINA.

Offline Bambolinamery

  • Utente da pallate di neve
  • **
  • Post: 88
  • Sesso: Femmina
  • utente da pista blu
    • snowborder
    • Mostra profilo
Re:la storica nevicata 3/4 marzo 1984 e i racconti del Panterone
« Risposta #70 il: Gennaio 16, 2020, 05:25:35 pm »
Ed il bello è che il coraggio che dici te l'ha avuto diverse volte!

Oddio, è anche rimasto impantanato qualche volta è.... anche in VDL dietro la SPA, ma con 30 - 40 cm anche i migliori possono rimanere fregati, specie con neve scivolosa.

E ciò nonostante che il Panterone abbia sempre avuto grandi auto 4X4, su tutte la mitica Dacia Duster
   racconta di quella volta che rimanesti impantato te dove io ero passato senza problemi. ero già partito e mi telefonasti tutto disperato perché tornassi indietro a tirarti fuori perché non riuscivi più neanche a fare un centimetro ne avanti ne indietro, ero già al cecchetto e mi toccò tornare inditro per levarti dalla popò proprio con la dacia duster. e il bello che te avevi 4 gomme invernali e io 4 gomme multistagione che sulla neve sono nettamente inferiori.  poi hai anche it coraggio di chiamarti immenso, immenso tocco. di immenso c'è ne uno solo.
« Ultima modifica: Gennaio 16, 2020, 05:36:55 pm da Bambolinamery »
siete fantastici un forum unico

Offline ImmensoAbetone

  • Utente da pista nera
  • *******
  • Post: 3.193
  • Sesso: Maschio
  • L'IMMENSA IMMENSITA'
    • Mostra profilo
Re:la storica nevicata 3/4 marzo 1984 e i racconti del Panterone
« Risposta #71 il: Gennaio 16, 2020, 05:36:31 pm »
   racconta di quella volta che rimanesti impantato te dove io ero passato senza problemi. ero già partito e mi telefonasti tutto disperato perché tornassi indietro a tirarti fuori perché non riuscivi più neanche a fare un centimetro ne avanti ne indietro, ero già al cecchetto e mi toccò tornare inditro per levarti dalla popò proprio con la dacia duster.     poi hai anche it coraggio di chiamarti immenso, immenso tocco. di immenso c'è ne uno solo.

A parte il fatto che una volta chiamasti il pughettino perché un sapevi come tornare dal Lago Santo, in piena notte, e che un'altra volta un trattore ti levò dalla Riva.... e chissà quante altre volte che non c'hai detto che sei rimasto impantanato........ immensoabetone è proprio in onore del grande Panterone che durante le tormente al passo era solito - eri solito - dire "l'Abetone è immenso,  che immenso abetone..."  espressione poi ripresa da quei ragazzini - a quei tempi - che portavi in sù con te a sciare, sintomo evidente che di quella immensità sentivano raccontare da te nei viaggi dalla piana al passo.
E comunque immensa è stata la tua passione Panterone per la neve e, per fortuna, non t'è ancora passata.

Attendiamo l'annuncio del montaggio delle termiche.


« Ultima modifica: Gennaio 16, 2020, 05:46:55 pm da ImmensoAbetone »
EVVIVA GUARDINGA76, ABBIAMO UNA NUOVA REGINA !
UMILMENTE AL TUO SERVIZIO, MIA REGINA.

Offline Bambolinamery

  • Utente da pallate di neve
  • **
  • Post: 88
  • Sesso: Femmina
  • utente da pista blu
    • snowborder
    • Mostra profilo
Re:la storica nevicata 3/4 marzo 1984 e i racconti del Panterone
« Risposta #72 il: Gennaio 16, 2020, 05:45:41 pm »
quella del pughe non me la ricordo quella del trattore andai fino alla casa della riva con la vitara ma avevo le gomme estive e quando arrivai alla casa della riva lo spalaneve aveva arrufato tutta la neve e nel fare manovra per tornare indietro mi impantanai e venne quello col trattore a tirarmi fuori. ma del pughe proprio no non ricordo.
siete fantastici un forum unico

Offline Münchner Hell

  • Utente da pista rossa
  • ******
  • Post: 1.219
    • sciatore
    • Mostra profilo
Re:la storica nevicata 3/4 marzo 1984 e i racconti del Panterone
« Risposta #73 il: Gennaio 16, 2020, 05:48:29 pm »
mi hai lasciato senza parole hai dimostrato una cultura enorme e tante tue supposizioni probabilmente sono giuste se gli 11 gradi di differenza c'erano tra il cecchetto e l'abetone stavo zitto anche se quella era già una cosa mai vista ma vedere 11 gradi di differenza dalla chiesa alle piramidi circa 500 metri é qualcosa di mostruoso. l'aria calda più leggera di quella fredda a volte fa schersi inimmaginabili quando arriva lo scirocco scalda prima al passo che in basso io ho visto piovere al passo e nevicare a pievepelago ho visto più freddo alla lima che al passo tante volte piove all'abetone e nevica in pianura padana a zero metri quante volte abbiamo visto Firenze 14 Bologna 0 proprio perché l'aria calda si deve sollevare per passare l'appenino poi essendo più leggera dell'aria fredda non ridiscende giù passa di sopra lasciando sotto il cuscino freddo motivo che piove all'abetone e nevica a Bologna. poi ce il discorso dell'immenso mondo della tramontana scura il posto dove lo scirocco non arriva mai piove su tutta italia neve solo sulle alpi sopra i 2000 ma li navica a 50 metri scirocco o non scirocco un micro clima unico, magari fosse cosi all'abetone problemi di pioggia finiti solo neve. pensa che prima di natale quando ha piovuto tanto ed era caldo con neve solo sulle alpi a quote alte li a 200 metri nevicava, ma quello é lo straordinario mondo della tramontana scura.

Intanto grazie per l'apprezzamento. E' un'ipotesi plausibile, ma è comunque un provare a prenderci. In effetti i microclimi fanno scherzi a volte imprevedibili, ma che spesso hanno una spiegazione tra correnti e morfologia.

Ad esempio. Se in un giorno sereno e limpido fai la A 1 dalle parti di Modena e guardi l'Appennino, vedrai che alla base ci sono due grosse fenditure: la val Panaro e la valle del Secchia. L'Emilia Romagna ha un mucchio di fiumi e torrenti nella stessa direzione, ma questi due sono particolari e creano condizioni che sono state proprio alla base del nevone del 3/4 marzo in città. Mentre ad Anzola, nel bolognese e da altre parti della regione pioveva o veniva giù mista, qui da subito cominciò a nevicare e accumulare.

Alle spalle di Modena c'è la parte più alta dell'Appennino settentrionale: Corno-Succiso, tutta roba da 2000 metri e con alle spalle le Apuane prima del mare. Inoltre ci sono i due fiumi più importanti della regione con bacini di raccolta in quota vasti. Il Panaro raccoglie dal Corno alle Tagliole; il Secchia dalle Radici fino a Succiso. In pratica, in certe condizioni sono degli ottimi veicoli di trasporto del freddo montano verso la pianura, cosa che il Reno o l'Enza, ad esempio, non possono fare per la minor quota di origine e la maggior esposizione alle influenze del Tirreno. Infine Secchia e Panaro quasi si incontrano (sono a 5 km in linea d'aria) all'altezza della città. In pratica, durante la famosa nevicata, funzionarono come due convettori che, protetti dalle montagne alle spalle, soffiavano aria fredda e nubi cariche di neve presenti in appennino facendole convergere sulla città e la pianura a nord. Ecco perché noi eravamo bombardati dalla neve, mentre ad Anzola nevischiava e piovigginava: l'uscita della Val Panaro "spara" su Modena, non su Bologna. In altre occasioni, con situazioni diverse, le stesse montagne hanno "coperto" Modena facendo nevicare a Bologna e Reggio, ma saltando la città. Magie dei microclimi e potenza dei corsi d'acqua, che il clima lo influenzano eccome, anche solo scorrendo in un torrente.

Offline Bambolinamery

  • Utente da pallate di neve
  • **
  • Post: 88
  • Sesso: Femmina
  • utente da pista blu
    • snowborder
    • Mostra profilo
Re:la storica nevicata 3/4 marzo 1984 e i racconti del Panterone
« Risposta #74 il: Gennaio 16, 2020, 06:14:21 pm »
mi fai rimanere sempre più senza parole racconti le cose con una chiarezza e competenza unici. quelle zone li a nord dell'appennino dovrebero anche essere a rischio vetrone cioè pioggia che gela o sbaglio ? mi ci sono trovato una volta a parma sull'autostrada si camminava a 10 all'ora meno 1 ma pioggia gelata, quelli che erano con me in macchina dissero se qui é così chissà quanta neve fa all'abetone e io gli dissi all'abetone piove no impossibile risposero, arrivati in cima alla cisa 1000 metri più 3 e niente più vetrone e solo pioggia, lo strato freddo lo avevamo lasciato a parma, classico giorno di scirocco con pioggia fino in cima all'ovo.
siete fantastici un forum unico

Abetoneforum

Re:la storica nevicata 3/4 marzo 1984 e i racconti del Panterone
« Risposta #74 il: Gennaio 16, 2020, 06:14:21 pm »