Autore Topic: Collegamento Doganaccia-Corno...sempre piu' vicino??  (Letto 83982 volte)

Offline marquez85

  • Utente da pista blu
  • *****
  • Post: 557
  • Sesso: Maschio
    • sciatore
    • Mostra profilo
Re:Collegamento Doganaccia-Corno...sempre piu' vicino??
« Risposta #600 il: Ottobre 31, 2018, 11:37:03 am »
si ok, ma almeno loro sono organizzati, hanno un sito unico, hanno un call center efficace, hanno un listino prezzi aggiornato già all'estate e promozioni reali su case e skipass.

all'abetone su 11 impianti ci son 4 società che devono spartirsi la torta e tutti cercano di metter veleno sulle fette degli altri...fai te che bel turismo che passa allo sciatore medio informato della piana come potrei essere io.

Offline codes

  • Utente da pista blu
  • *****
  • Post: 610
  • Sesso: Maschio
    • sciatore
    • Mostra profilo
Re:Collegamento Doganaccia-Corno...sempre piu' vicino??
« Risposta #601 il: Ottobre 31, 2018, 03:14:51 pm »
si ok, ma almeno loro sono organizzati, hanno un sito unico, hanno un call center efficace, hanno un listino prezzi aggiornato già all'estate e promozioni reali su case e skipass.

all'abetone su 11 impianti ci son 4 società che devono spartirsi la torta e tutti cercano di metter veleno sulle fette degli altri...fai te che bel turismo che passa allo sciatore medio informato della piana come potrei essere io.

Sono molti di più: devi contare i tapis-roulant, i babbi che trainano i figlioli col bastoncino e la sciovia del Gomito.

Offline Balena

  • Divinità Montana
  • *********
  • Post: 13.567
  • Sesso: Maschio
  • ...Sometimes it's hard to believe you remember me
    • sciatore
    • Mostra profilo
Re:Collegamento Doganaccia-Corno...sempre piu' vicino??
« Risposta #602 il: Ottobre 31, 2018, 04:09:53 pm »
Sono molti di più: devi contare i tapis-roulant, i babbi che trainano i figlioli col bastoncino e la sciovia del Gomito.

comunque secondo me dovresti fare o scrivere un forum sulle Dolomiti .
io non dico che bisogna sempre e assolutamente lodare , parlar bene dell'Appennino però sinceramente non capisco questo tuo atteggiamento verso l'Abetone .

sinceramente scrivo solo qui , non so neppure se esista un forum specifico , certo è che se ci fosse non andrei a tirar merda fisso ad ogni intervento .  ;)



« Ultima modifica: Ottobre 31, 2018, 04:21:51 pm da Balena »
"Dev’essere tremendo questo Abetone se il campionissimo viene di lì... " dal libro “Dove lo sci” di Rolly Marchi” edito nel 1967

Regno della Pervesità - meteorologo collaboratore di Giglio e spalatore delle carrozze reali e dintorni!

Offline Münchner Hell

  • Utente da pista rossa
  • ******
  • Post: 1.041
    • sciatore
    • Mostra profilo
Re:Collegamento Doganaccia-Corno...sempre piu' vicino??
« Risposta #603 il: Ottobre 31, 2018, 05:34:11 pm »
Approfittando del link fornito da Lorenz, ho voluto provare a vedere cosa risultava con il programmino dei costi per impianti di risalita.

Comprensorio 1) Doganaccia-Corno
Funivia Cutigliano – Doganaccia
Funivia Doganaccia – Lago Scaffaiolo
Seggiovia Stazione Direttissima alta – Lago Scaffaiolo

Non ho considerato l'attuale tracciato della seggiovia del Cupolino perchè per congiungersi con la nuova funivia dovrebbe passare sul Lago. Così come mi pare che la nuova funivia non possa andare sul Cupolino (e chi ci scende da lì poi con gli sci?), ma si debba fermare un po' prima per poi permettere la discesa sulla rossa “Pista del Sole”.

Tratta                      Impianto        Portata Oraria                Lunghezza                     Costo stimato
Cut-Doganaccia      Funivia                660                            3000                               Esistente
Dog-Scaffaiolo        Funivia                500                            2000                               10.743.174
Dirett-Scaffaiolo      Seggiovia            500                              650                                3.670.467
Totale impianti                                                                                                         14.413.641


A questi vanno aggiunti sicuramente i costi per realizzare un parcheggio di dimensioni congrue a Cutigliano e eventuali lavori di ammodarnamento dell'attuale funivia.

Comprensorio 2) Abetone-Cimone
Seggiovia/Ovovia Versurone – Doccia
Seggiovia Doccia-Piancavallaro culmine
Seggiovia Piancavallaro base-Piancavallaro culmine

Ho considerato sia di salire da Fiumalbo con un impianto di medio livello (ovovia da 1000 pers./ora; quella del Gomito è data per il triplo) che con una seggiovia con meno potenziale. Mi sono tenuto volutamente a questi livelli più bassi perchè il confronto va fatto con i 660/ora della funivia in esercizio a cutigliano.

Tratta                         Impianto                 Portata Oraria         Lunghezza                Costo Stimato
Versurone-Doccia       Ovovia                      1000                         2100                       8.455.600
Versurone-Doccia       Seggiovia                    500                         2100                       5.628.824
Doccia-Piancavall c    Seggiovia                    500                         1500                        4.884.901
Pianc b-Piancavall c    Seggiovia                    500                           900                       4.031.551
Tot imp. Max             Con Ovovia                                                                              17.372.052
Tot. Imp. Min             Con Seggiovia                                                                         14.545.276
Tot. Solo Parte Alta                                                                                                   8.916.452

A questi vanno aggiunti i costi per un parcheggio a Fiumalbo in zona Versurone e il costo della navetta (bussino) Versurone – Faidello (o Doccia – Faidello senza impianti bassi)

In entrambi i comprensori servono interventi sulla montagna per rendere “sciabili” i collegamenti (innevamento artificiale, bacini idrici, taglio bosco e sbancamenti dove necessario)

In pratica in termini di costi per gli impianti i due comprensori sarebbero molto simili.

Per Corno-Doganaccia l'unica scalabilità possibile sarebbe solo quella di decidere di fare uno solo dei due impianti (quello del Corno perchè su area già sciabile). Altrimenti il pacchetto va realizzato per intero: fare la sola funivia per andare a mangiare al Duca degli Abruzzi sarebbe folle. Il collegamento porterebbe a una pista in più sul versante del Corno, mentre il ritorno, per come si vede la conformazione del territorio, non permetterebbe un rientro sci ai piedi verso la Doganaccia (o sbaglio?) e quindi si torna in funivia.

Per Abetone-Cimone si può decidere di lavorare solo sulla parte alta (2 seggiovie) usando l'autobus come già avviene a passo del Lupo per salire a Doccia. Se funziona, allora si può vedere di fare l'impianto più impegnativo. In ogni caso si realizzerebbero due impianti, almeno due nuove piste da sci per la discese dal culmine di Piancavallaro verso Le Polle e Doccia e si (ri)apre una ulteriore stazione sciistica (Doccia)

Ovviamente è tutto Fantaski. Non conosco il progetto Doganaccia-Corno e Abetone-Cimone me lo sono inventato io sulla logica del territorio che conosco. Portate e tracciati sono pura fantasia. Quindi chiacchiera da bar sport. Però usando criteri analoghi,  da una parte con 9 mln di Euro si mettono insieme 100 km di piste. Diciamo una dozzina di milioni con le opere di contorno. Con l'altro se ne mettono insieme forse 35 e la cifra viaggia verso i 18 con quel minimo di opere necessarie per rendere fruibile il comprensorio collegato. Resto della mia idea: se proprio ci sono da spendere, meglio collegare i due comprensori principali. Anche con il bussino.

Buon week end.

Online MichelePilot

  • Utente da pista blu
  • *****
  • Post: 741
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:Collegamento Doganaccia-Corno...sempre piu' vicino??
« Risposta #604 il: Ottobre 31, 2018, 06:38:41 pm »
Seggiovie da 500 p/h credo non esistano più ormai. Le biposto attuali fanno 1200 ph :)

Offline codes

  • Utente da pista blu
  • *****
  • Post: 610
  • Sesso: Maschio
    • sciatore
    • Mostra profilo
Re:Collegamento Doganaccia-Corno...sempre piu' vicino??
« Risposta #605 il: Ottobre 31, 2018, 07:25:43 pm »
comunque secondo me dovresti fare o scrivere un forum sulle Dolomiti .
io non dico che bisogna sempre e assolutamente lodare , parlar bene dell'Appennino però sinceramente non capisco questo tuo atteggiamento verso l'Abetone .

sinceramente scrivo solo qui , non so neppure se esista un forum specifico , certo è che se ci fosse non andrei a tirar merda fisso ad ogni intervento .  ;)

Si bah, poi tu arrivi te e me lo boicotti  :D
Effettivamente questo ultimo post era cattivo, mea culpa. Non lo faccio più, promesso.

Offline Balena

  • Divinità Montana
  • *********
  • Post: 13.567
  • Sesso: Maschio
  • ...Sometimes it's hard to believe you remember me
    • sciatore
    • Mostra profilo
Re:Collegamento Doganaccia-Corno...sempre piu' vicino??
« Risposta #606 il: Ottobre 31, 2018, 07:35:59 pm »
Si bah, poi tu arrivi te e me lo boicotti  :D
Effettivamente questo ultimo post era cattivo, mea culpa. Non lo faccio più, promesso.
No no credimi , ci mancherebbe
"Dev’essere tremendo questo Abetone se il campionissimo viene di lì... " dal libro “Dove lo sci” di Rolly Marchi” edito nel 1967

Regno della Pervesità - meteorologo collaboratore di Giglio e spalatore delle carrozze reali e dintorni!

Offline bracco

  • Utente da pista rossa
  • ******
  • Post: 1.681
    • Mostra profilo
Re:Collegamento Doganaccia-Corno...sempre piu' vicino??
« Risposta #607 il: Ottobre 31, 2018, 08:23:30 pm »
copio e incollo mio post di due anni fa

1- se uno venisse da detroit avrebbe difficoltà a capire come in una zona abbastanza piccola come l'alta valle della lima, si è preferito abbandonare intere zone sciistiche come sestaione campolino e pian di novello che per esposizione lunghezza collegamenti e varietà delle piste consentivano un comprensorio unico nell'appennino con giro in pratica di 360° del monte gomito e ora invece si punta a collegare due skilift piccoli (quello che è oggi la doganaccia) con una valle relativamente piccola e relativamente lontana come il corno - nel senso dal punto di vista sciistico c'è davvero poca logica - abbandontonate la beatrice la rossa e la trevalli ora ci si fa una bella passo della calanca doganaccia...sai che cul*....

2- l'operazione collegamento corno - doganaccia ad oggi è un win win per entrambi : il corno è una stazione medio piccola con un paio di piste discrete ma che ha un accesso pessimo sopratutto per i toscani - la doganaccia ha una bella esposizione al sole un ottimo accesso grazie alla funivia ma non ha piste - insomma è chiaro a tutti che il collegamento serve ad entrambi e fossi in loro pigerei lo stesso per farlo

3- ripetuto 1000 volte ma voglio riscriverlo - fossi un privato, si parlasse di investimenti privati non avrebbe senso spendere 20 mln di euro per un collegamento che non crea nuove piste ma in pratica trasporta la gente da cutigliano allo scaffaiolo senza aggiungere neanche un metro di pista in più - io vengo su a sciare non a fare impianti da risalita - capisco che da malga ciapela ci voglia tanto per andare in cima alla marmolada ma almeno una volta in cima godo qui si passa da cutigliano al passo della calanca....continuo a non capire oltretutto perchè per collegarsi occorre per forza fare un impianto quando si potrebbe "iniziare" collegando la doganaccia con il passo della calanca con un bus 4 x 4, la strada sterrata c è sono un km e 150 metri di dislvello basta fare due tornanti proprio sotto il passo ma ci arrivi tanto di inverno di neve cìè ne il giusto è tutto al sole e al vento tenerla pulita è un minuto .insomma con molto meno di 20 mln di euro solo di investimento iniziale un bussino ce lo compri. inizi con skipass unico corno/doganaccia e vedi come va se poi il collegamento funziona...lo potenzi invece no o si fa funifor o niente....

4- oggi come oggi il sistema di strade da cutigliano alla stazione di partenza a valle della funivia cutigliano/doganaccia il parcheggio lì vicino sono completamente inadatti ad un flusso maggiore. la stessa funivia non mi sembra abbia una portata oraria incredibile quindi va bene anche il bussino va bene anche lo skilift del cupolino o come volevo io il tunnel i colli di bottiglia ci sono già e a valle
ma resto convinto che di file in appennino ormai non se ne vede tante, forse qualche domenica bella di febbraio e qulache giorno a natale...il resto vai tranquillo

5- io se c'è da spendere soldi pubblici darei la preferenza a collegamenti e impianti che siano sostenibili nel tempo e razionali dal punto di vista sciitisco. per questo non escluderei a priori la valle dell'ospitale (ieri sera ho scritto di due impianti in quella valle uno per la croce arcana uno per il corno, ma volendo si potrebbe fare uno solo che arriva quasi in cima allo spigolino e riesce a servire entrambi i versanti....) così come, lo voglio scrivere, non capisco perchè spendere soldi nella seggiovia selletta - abetone quando con un sapiente lavoro si potrebbe passare/andare sci ai piedi dalla piazza del comune di abetone alla stazione a valle delle regine tagliando nel bosco (la pendenza anche se poca c'è) e quindi usando per risalire soltanto l'impianto nuovo delle regine, che è nuovo e potente. lo stesso in val di luce chiuderei l'annibale e userei la 3 potenze per portare la gente dove ora arriva l'annibale, tutti i tavolari lo fanno già... non perdi niente dal punto di vista sciistico...il rifugio albergone dell'annibale lo butterei giu è orribile dal punto di vista sciistico / turistico modeno, se qualcuno lo ama per motivi storici sentimentali lo rimetta a posto lui con i propri soldi.. io ne farei uno piccolo e accogliente di legno... meno costi di manutenzione...meno imu da pagare...ragazzi lo scopo della gente che passa le vacanze è sciare in ambienti "belli" dei maxi trasferimenti o delle beghe locali se ne sbattono....vogliamo parlare dello skilift del gomito come "strozzatura" per passare dalla zona selletta alla zona ovovia? per fare lo stradello ci sono voluti 30 anni per beghe locali....

6- finisco con la doganaccia : gli attuali gestori non sono fave...non arriveranno mai al collegamento con i soli 2 skilift attuali....sarebbero una specie di stazione di scambio....prima faranno qualche nuova pista a nord ovest e almeno una seggiovia per il loro campino...

Offline bracco

  • Utente da pista rossa
  • ******
  • Post: 1.681
    • Mostra profilo
Re:Collegamento Doganaccia-Corno...sempre piu' vicino??
« Risposta #608 il: Ottobre 31, 2018, 08:30:18 pm »
aggiungo due cose sul fanta collegamento abetone cimone

il cimone - qualcuno posti delle foto - è tutto bucato da gallerie militari praticamente ora inutilizzate

http://ricerca.gelocal.it/gazzettadimodena/archivio/gazzettadimodena/2007/11/18/DC6PO_G4402.html?refresh_ce

http://www.aeronautica.difesa.it/comunicazione/notizie/Pagine/PRIMORADUNODELPERSONALEDELCAMMMONTECIMONE.aspx

invece di spendere trilioni di soldi basta usare quelle gallerie e spostarsi all'interno della montagna con qualsiasi cosa ci sia dentro ..... insomma si passa dal lato emiliano di sestola a quella di fiumalbo senza problemi.... altro che bussini....

Offline Balena

  • Divinità Montana
  • *********
  • Post: 13.567
  • Sesso: Maschio
  • ...Sometimes it's hard to believe you remember me
    • sciatore
    • Mostra profilo
Re:Collegamento Doganaccia-Corno...sempre piu' vicino??
« Risposta #609 il: Ottobre 31, 2018, 09:22:18 pm »
aggiungo due cose sul fanta collegamento abetone cimone

il cimone - qualcuno posti delle foto - è tutto bucato da gallerie militari praticamente ora inutilizzate

http://ricerca.gelocal.it/gazzettadimodena/archivio/gazzettadimodena/2007/11/18/DC6PO_G4402.html?refresh_ce

http://www.aeronautica.difesa.it/comunicazione/notizie/Pagine/PRIMORADUNODELPERSONALEDELCAMMMONTECIMONE.aspx

invece di spendere trilioni di soldi basta usare quelle gallerie e spostarsi all'interno della montagna con qualsiasi cosa ci sia dentro ..... insomma si passa dal lato emiliano di sestola a quella di fiumalbo senza problemi.... altro che bussini....
Trenino a cremagliera sarebbe il top
"Dev’essere tremendo questo Abetone se il campionissimo viene di lì... " dal libro “Dove lo sci” di Rolly Marchi” edito nel 1967

Regno della Pervesità - meteorologo collaboratore di Giglio e spalatore delle carrozze reali e dintorni!

Offline Bimbone

  • Utente da pista rossa
  • ******
  • Post: 1.542
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:Collegamento Doganaccia-Corno...sempre piu' vicino??
« Risposta #610 il: Novembre 01, 2018, 08:51:25 am »


Per Corno-Doganaccia l'unica scalabilità possibile sarebbe solo quella di decidere di fare uno solo dei due impianti (quello del Corno perchè su area già sciabile). Altrimenti il pacchetto va realizzato per intero: fare la sola funivia per andare a mangiare al Duca degli Abruzzi sarebbe folle. Il collegamento porterebbe a una pista in più sul versante del Corno, mentre il ritorno, per come si vede la conformazione del territorio, non permetterebbe un rientro sci ai piedi verso la Doganaccia (o sbaglio?) e quindi si torna in funivia.

Sbagli, dal duca arrivi alla bicocca con gli sci senza mai ripellare.

Offline marquez85

  • Utente da pista blu
  • *****
  • Post: 557
  • Sesso: Maschio
    • sciatore
    • Mostra profilo
Re:Collegamento Doganaccia-Corno...sempre piu' vicino??
« Risposta #611 il: Novembre 02, 2018, 11:23:54 am »
Lo studio
2 novembre 2018 - 07:29
Sull’Italia venti veloci come uragani: «Da noi sempre più frequenti»
Nel Bellunese raffiche a 192 chilometri all’ora, come un uragano di categoria 3
di Paolo Virtuani
di Paolo Virtuani
A-A+
 <img alt="" title="" src="//images2.corriereobjects.it/methode_image/2018/11/01/Interni/Foto%20Interni/venti-grafico.jpg?v=201811020730"/>
Nel Bellunese raffiche a 192 chilometri all’ora, come un uragano di categoria 3, hanno fatto strage di alberi. La tempesta che si è abbattuta lunedì sull’Italia ha fatto registrare venti di 180 km/h alla Marina di Loano e 161 km/h sul Monte Cimone. L’11 gennaio 2016 sull’Appennino tosco-emiliano una stazione meteo automatica investita da un fortissimo libeccio registrò un picco di 238 chilometri all’ora.

L’Italia sta diventando come la costa atlantica degli Stati Uniti, colpita abitualmente dagli uragani, in cui le autorità impongono l’evacuazione agli abitanti e chi non può fuggire si chiude nei rifugi di emergenza dopo aver sbarrato con assi di legno porte e finestre? «Fare paragoni con gli uragani oceanici tropicali è fuorviante», spiega Saverio Romeo, presidente di Lares Italia (Unione nazionale laureati esperti in Protezione civile). «Anche se il vento nominalmente raggiunge una potenza che lo inserisce nella tabella degli uragani, si tratta di raffiche della durata di pochi secondi. Negli uragani di categoria maggiore (da 3 a 5) per ore soffiano venti che oltrepassano i 200 chilometri all’ora».

Ma se fino a pochi anni fa di tempeste come quella di lunedì ne avvenivano una-due ogni secolo, ora con i cambiamenti climatici in atto investono la Penisola a distanza ravvicinata. Va perciò cambiato per quanto riguarda il vento anche l’approccio di chi è chiamato a gestire le emergenze? «Quello di questa settimana è stato un evento raro, aggravato da una serie di fattori difficilmente prevedibili. Molte zone colpite però erano già in allerta rossa — prosegue Romeo — a conferma della bontà del sistema di prevenzione. Ma, dato che questi fenomeni stanno diventando più frequenti, si devono rivedere certe norme per renderle più adatte a questo tipo di rischio. Mi riferisco, per esempio, alla caduta degli alberi, che ha provocato il maggior numero di vittime».

La campagna «Io non rischio» della Protezione civile ha diffuso tra i cittadini i consigli di come comportarsi in caso di terremoto, alluvione e maremoto. «Dovremo aggiungere un capitolo sui venti. L’importante è far arrivare per tempo gli avvisi di allarme, magari anche con un uso più capillare dei social».
2 novembre 2018 (modifica il 2 novembre 2018 | 07:29)

Offline bracco

  • Utente da pista rossa
  • ******
  • Post: 1.681
    • Mostra profilo
Re:Collegamento Doganaccia-Corno...sempre piu' vicino??
« Risposta #612 il: Novembre 02, 2018, 06:09:27 pm »
sembra che non ci siano i soldi o qualche documento per la revisione decennale della funivia cutigliano doganaccia... c'era articolo sulla nazione ci vogliono 400'000 eur per una revisione..... e siccome l'impianto è pubblico e non privato il pubblico deve trovare questi soldi per fare la revisione - l'articolo sulla nazione non lo trovo... ma si capisce da questo....altrimenti a marzo altro che corno è dura arrivare anche alla doganaccia....

http://www.reportpistoia.com/montagna/item/65312-la-confesercenti-sull-abetone-attenti-a-scelte-nefaste.html

"il finanziamento della revisione dell’attuale impianto “Funivia Cutigliano/Doganaccia” è previsto nel citato stanziamento statale, tale adempimento non può essere soddisfatto entro il prossimo mese di novembre. Questo fatto estremamente grave comporterebbe la chiusura del suddetto impianto con danno incalcolabile per il Comune di Abetone/Cutigliano, quello di San Marcello Pistoiese e l’intera Montagna con conseguenze nefaste per tutte le attività economiche e la popolazione residente."

Offline paolino

  • Global Moderator
  • Divinità Montana
  • *****
  • Post: 12.384
  • Sesso: Maschio
    • sciatore
    • Mostra profilo
Re:Collegamento Doganaccia-Corno...sempre piu' vicino??
« Risposta #613 il: Novembre 02, 2018, 06:13:46 pm »
Negli impianti a fune pubblico o privato cambia poco, alla fine quando c'è da pagare interviene sempre pantalone.

Offline bracco

  • Utente da pista rossa
  • ******
  • Post: 1.681
    • Mostra profilo
Re:Collegamento Doganaccia-Corno...sempre piu' vicino??
« Risposta #614 il: Novembre 02, 2018, 06:16:57 pm »
https://www.facebook.com/ComitatoSATE/photos/a.1629205164040923/1633835753577864/?type=3&theater

questo è/sembra il progetto ufficiale.....in pratica funivia doganaccia passo della calanca lato toscano - mentre lato emiliano si arriva vicino al passo della calanca - quindi a nord della scaffaiolo - con una seggiovia che parte dalla base degli impianti del corno...


Abetoneforum

Re:Collegamento Doganaccia-Corno...sempre piu' vicino??
« Risposta #614 il: Novembre 02, 2018, 06:16:57 pm »