Autore Topic: Canale del Gobbo al Grondilice - dietrofront  (Letto 379 volte)

Offline Talebano78

  • Utente da slittino
  • ***
  • Post: 175
    • snowborder
    • Mostra profilo
Canale del Gobbo al Grondilice - dietrofront
« il: Febbraio 10, 2018, 04:04:32 pm »
Ieri tornado da una sciata all'Abetone mi è venuta l'idea di andare a vedere nella zona del Grondilice com'erano le condizioni, è un pò che avevo in testa il canale del Gobbo, canale non ripido ma ben sciabile, così decido, domani vado! Stamani sveglia alle 5:00, mi dirigo a Vinca e parcheggio la macchina proprio all'imbocco del sentiero con già qualche centimetro di neve in terra. Risalgo il sentiero a piedi e dopo 5 minuti i pochi centimetri sono già 20 e metto gli sci ai piedi, risalgo velocemente il bosco e arrivato all'uscita su pendii aperti la neve è già molto di più di quella che mi aspettavo. Neve polverosa, ambiente bellissimo, sono le 8:30 e sono già praticamente sulla base del canale. Risalgo a zig zag la parte bassa del canale, gli sci affondano nella neve fresca e la fatica non  è poca, cerco di tenermi in zone riparate da potenziali slavine perchè i pendii hanno già una certa pendenza e la neve non manca. Mano mano che salgo cominciano i dubbi, come risalgo la parte alta del canale senza sci ai piedi con tutta questa neve??? La risposta non tarda ad arrivare, arrivo ad un punto dove il canale si restringe un pochino e s'impenna, mi metto al riparo dietro una parete di roccia e carico la split sullo zaino, inizio la risalita del canale a piedi, sul primo sfondo fino oltre il ginocchio ma sotto il fondo è compatto e riesco ad avanzare un centocinquanta metri. Purtroppo poco dopo inizio a sfondare sempre di più, sono quasi fino alla vita nella neve e la fatica è veramente tanta, non riesco a proseguire, provo ha cercare un passaggio con neve più consistente ma niente, c'è troppa neve (almeno per me) non credo di essere in una situazione del tutto sicura e decido di fare dietrofront. Inutile intestardirsi.  Mi sistemo dietro un grosso masso, ammiro il panorama e scatto qualche foto, il posto è da urlo. In pochi secondi monto la split e inizio la discesa su neve fantastica, sembra di volare e in 10 minuti sono in fondo. Il posto è veramente bello, anche la neve era bella ma questa volta forse un pò troppa.







Offline Leonardoc

  • Utente da slittino
  • ***
  • Post: 103
  • Sesso: Maschio
    • snowborder
    • Mostra profilo
Re:Canale del Gobbo al Grondilice - dietrofront
« Risposta #1 il: Febbraio 10, 2018, 04:18:12 pm »
Grandissimo, solo chi sa andare veramente in montagna sa che a volte bisogna tornare indietro, e spesso la rinuncia regala lo stesso bellissime emozioni e sciate

Offline Baia

  • Utente da pista nera
  • *******
  • Post: 3.443
  • Sesso: Maschio
  • "dove c'è neve non c'è gente dopo ce n'è meno c'è"
    • sciatore
    • Mostra profilo
Re:Canale del Gobbo al Grondilice - dietrofront
« Risposta #2 il: Febbraio 10, 2018, 09:06:33 pm »
La resa delle foto però non rende minimamente omaggio alla poesia delle tue parole.
Leggendoti ho immaginato un ambiente paradisiaco. Quando poi ho fatto scrolling e sono comparse le foto, ci sono quasi rimasto male...
Counter Sciate 2014/5 ABE 22/29
€ Count: +574/-505
Giornate di Corso MiniBaia: 11/10 

Online codes

  • Utente da campo scuola
  • ****
  • Post: 302
  • Sesso: Maschio
    • sciatore
    • Mostra profilo
Re:Canale del Gobbo al Grondilice - dietrofront
« Risposta #3 il: Febbraio 11, 2018, 11:31:55 am »
Ieri tornado da una sciata all'Abetone mi è venuta l'idea di andare a vedere nella zona del Grondilice com'erano le condizioni, è un pò che avevo in testa il canale del Gobbo, canale non ripido ma ben sciabile, così decido, domani vado! Stamani sveglia alle 5:00, mi dirigo a Vinca e parcheggio la macchina proprio all'imbocco del sentiero con già qualche centimetro di neve in terra. Risalgo il sentiero a piedi e dopo 5 minuti i pochi centimetri sono già 20 e metto gli sci ai piedi, risalgo velocemente il bosco e arrivato all'uscita su pendii aperti la neve è già molto di più di quella che mi aspettavo. Neve polverosa, ambiente bellissimo, sono le 8:30 e sono già praticamente sulla base del canale. Risalgo a zig zag la parte bassa del canale, gli sci affondano nella neve fresca e la fatica non  è poca, cerco di tenermi in zone riparate da potenziali slavine perchè i pendii hanno già una certa pendenza e la neve non manca. Mano mano che salgo cominciano i dubbi, come risalgo la parte alta del canale senza sci ai piedi con tutta questa neve??? La risposta non tarda ad arrivare, arrivo ad un punto dove il canale si restringe un pochino e s'impenna, mi metto al riparo dietro una parete di roccia e carico la split sullo zaino, inizio la risalita del canale a piedi, sul primo sfondo fino oltre il ginocchio ma sotto il fondo è compatto e riesco ad avanzare un centocinquanta metri. Purtroppo poco dopo inizio a sfondare sempre di più, sono quasi fino alla vita nella neve e la fatica è veramente tanta, non riesco a proseguire, provo ha cercare un passaggio con neve più consistente ma niente, c'è troppa neve (almeno per me) non credo di essere in una situazione del tutto sicura e decido di fare dietrofront. Inutile intestardirsi.  Mi sistemo dietro un grosso masso, ammiro il panorama e scatto qualche foto, il posto è da urlo. In pochi secondi monto la split e inizio la discesa su neve fantastica, sembra di volare e in 10 minuti sono in fondo. Il posto è veramente bello, anche la neve era bella ma questa volta forse un pò troppa.







Posso solo immaginare il senso di pace interiore che devi aver provato, nonostante la fatica immane a camminare nella neve alta!
Interessante vedere come il senso del pericolo e un po' di sana paura siano elementi importantissimi che i meno esperti non sanno leggere e interpretare. Superare il timore in una situazione comunque sicura o affrontare la paura per trovarsi in un contesto altamente rischioso?

Offline Bimbone

  • Utente da pista rossa
  • ******
  • Post: 1.139
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
Re:Canale del Gobbo al Grondilice - dietrofront
« Risposta #4 il: Febbraio 11, 2018, 01:36:38 pm »
Ma vai sempre da solo?

Offline Talebano78

  • Utente da slittino
  • ***
  • Post: 175
    • snowborder
    • Mostra profilo
Re:Canale del Gobbo al Grondilice - dietrofront
« Risposta #5 il: Febbraio 11, 2018, 06:36:52 pm »
No non vado sempre solo ma alle volte mi capita

Offline bracco

  • Utente da pista rossa
  • ******
  • Post: 1.420
    • Mostra profilo
Re:Canale del Gobbo al Grondilice - dietrofront
« Risposta #6 il: Febbraio 12, 2018, 09:02:52 am »
Roby buondì
ma a sinistra verso il passo tra gorndilice e pizzo d'uccello, (passo giovo possibile? quello che collega serenaia con vinca) come era ? secondo te sciabile? a vinca le neve dove inizia nel castagneto? dopo nella foresta di pini? grande comunque

Offline bracco

  • Utente da pista rossa
  • ******
  • Post: 1.420
    • Mostra profilo
Re:Canale del Gobbo al Grondilice - dietrofront
« Risposta #7 il: Febbraio 12, 2018, 09:06:43 am »
http://www.focolaccia.org/portale/gite/m-sumbra-parete-nord-canalone-centrale-dalla-strada-di-boana

questo è tosto davvero anche per l'avvicinamento  davvero rottura di scatole tra i castagni

Offline Talebano78

  • Utente da slittino
  • ***
  • Post: 175
    • snowborder
    • Mostra profilo
Re:Canale del Gobbo al Grondilice - dietrofront
« Risposta #8 il: Febbraio 16, 2018, 02:22:30 am »
Scusa Bracco se ti rispondo solo ora ma ero in Irlanda, a Vinca la neve non c'è, comunque da passo del Giovo ci sciavi bene per un bel pezzo, anzi sarebbe stata proprio una bella discesa e con tutta la neve che c'era credo lo sarà ancora per un pò se non ghiaccia e diventa dura.

Ciao

Abetoneforum

Re:Canale del Gobbo al Grondilice - dietrofront
« Risposta #8 il: Febbraio 16, 2018, 02:22:30 am »